Hack The Matrix
Switch On The Brain

Un monolite di 9.500 anni scoperto nel Mediterraneo, può cambiare la storia

loading...

Gli scienziati hanno recentemente scoperto un monolito antico e massiccio nel Mar Mediterraneo. È un artefatto controverso che suggerisce che gli antichi erano molto più avanzati di quanto si possa pensare…

Più di 9.500 anni fa, le popolazioni dell’età della pietra raggiunsero qualcosa al di là di ciò che gli scienziati di oggi ritenevano possibile al momento. Sono riusciti a tagliare con precisione una roccia sedimentaria da 15 tonnellate, creando delle aperture e spostandola di circa 305 metri. Il monolite  è stato trovato in un’area, ora, sotto l’acqua del Mediterraneo.

Gli oceanografi hanno trovato il monolite a 40 metri in profondità mentre esploravano il fondo del Mar Mediterraneo, nel canale di Sicilia tra la Tunisia e la Sicilia. La scoperta è stata fatta nel 2012. Gli scienziati hanno detto che questa regione è stata completamente sommersa circa 9.300 anni fa. In precedenza, la regione era un arcipelago di numerose isole tra l’isola di Sicilia e la costa nordafricana.

Sapendo questo, i ricercatori hanno calcolato che la colonna di pietra sia stata scolpita più di 9.300 anni fa. Sono stati in grado di datare il monolite acquisendo frammenti di conchiglie dalla sua superficie e confrontandoli con diversi tipi di rocce antiche. Hanno anche scoperto che ha la stessa struttura ed età delle altre rocce a circa 330 metri di distanza, il che indica che è stato trasportato alla stessa distanza.

Gli scienziati dicono che la scoperta di questo pilastro sottomarino, mette in discussione il grado di conoscenza che gli antichi possedevano e delle tecnologie che possedevano. Questa scoperta supporta l’evidenza di una considerevole attività umana mesolitica nell’area del Canale di Sicilia.

Alcuni aspetti li hanno portati a considerare l’idea che questo monolito sia stato fatto da umani e non da Madre Natura. Hanno affermato in un rapporto che la colonna di pietra ha una forma comune e tre fori dello stesso diametro. È composto da rocce sedimentarie di una natura molto simile ad altre rocce non lontane da dove è stato trasportato, ma è diverso dalle rocce nelle vicinanze.

L’esistenza del grande monumento indica un’ampia attività umana nell’area. Fu tagliato e rimosso fisicamente come una singola unità di pietra dalla cresta esterna situata a circa 300 metri a sud e quindi trasportata usando gli “strumenti primitivi” che le popolazioni antiche avevano in quel momento. È interessante notare che, a causa delle dimensioni del monolite, avrebbe potuto pesare circa quindici tonnellate.

Anche se il ruolo del monolite rimane sconosciuto, i ricercatori ritengono che abbia svolto un ruolo importante poiché si trovava in un’area importante, a metà strada tra la Sicilia e la Tunisia. I primi umani arrivarono in Sicilia tra 17.000 e 27.000 anni fa, quando c’era un ponte di terra dalla terraferma italiana.

La scoperta di questo sito sottomarino nel Canale di Sicilia può ampliare la nostra comprensione delle antiche civiltà nel bacino del Mediterraneo e le nostre attuali opinioni sui cambiamenti tecnologici e la crescita raggiunti dagli abitanti del Mesolitico.

Il monolite era costituito da un’unica gigantesca roccia, che deve essere stata tagliata, rimossa, trasportata e stabilita, il che mostra indubbiamente grandi capacità tecniche e un’ingegnosa ingegneria.

Il nostro pianeta ha offerto rifugio a innumerevoli esseri umani. Molte civiltà prosperarono nel corso degli anni, ottenendo conoscenza e comprensione del loro ambiente. Pertanto, sono state create tecniche complesse per raggiungere i loro obiettivi. La storia antica ha molte lacune e, a causa di ciò, alcuni scienziati ritengono che lo sviluppo umano abbia raggiunto il suo apice oggi e che una civiltà più avanzata non sia mai esistita prima.

Questa scoperta emersa dalle profondità della Terra, ci fa prendere un’altra direzione rispetto a ciò che abbiamo creduto fino a questo momento. Il nostro attuale Ordine Mondiale sta nascondendo la verità per preservare la sua autorità, nascondendo nuove prove che sono state trovate. Tuttavia, a volte lasciano alcune “piccole scoperte” che non influenzano affatto l’opinione pubblica.

Se apriamo gli occhi e analizziamo alcune recenti scoperte, ci rendiamo conto che molti segreti rimangono intatti, sigillati dall’eternità. Ma non possono ingannare tutti noi, giusto?

Notizie tratte da UFO-Spain

loading...

Related posts

Timido cucciolo in un canile diventa pazzo di gioia dopo aver capito di essere stato adottato!!

La strategia della paura

Uomo senza uomo