Hack The Matrix
Articolando tra le Stelle

L’altra faccia delle Abduction

loading...

Eccoci con un nuovo articolo, il tema che vi proponiamo oggi riguarda qualcosa di cui ultimamente si sente parlare spesso, ma quello su cui vogliamo focalizzarci oggi è farvi vedere che non si può fare di tutta l’erba un fascio.

Generalmente, quando si sente la parola “Abduction” (rapimenti alieni) ecco che pervade un senso di ansia e repulsione.
I pensieri che si delineano nella mente sono subito negativi.
Si pensa a grigi maligni o ad altri esseri che fanno esperimenti sull’essere umano.
Ma siamo sicuri che tutte le Abduction siano negative?

Facciamo il punto della situazione partendo dall’inizio.
La storia delle Abduction nasce ufficialmente, per quello che riguarda i mass media, nel Settembre del 1961 con il caso dei coniugi Hill.
Essi testimoniarono di essere stati prelevati da entità aliene, nella notte tra il 19 e 20 Settembre dell’anno sopra citato.

L’Abduction riguarda in modo particolare gli “Incontri Ravvicinati del IV tipo”.
Il momento è segnato talvolta dal cosiddetto “Missing Time” che sarebbe l’arresto del tempo per tutto il corso di ciò che sta avvenendo durante il “rapimento”.
Il “Missing Time”, ovvero “tempo mancante”, non è ancora stato spiegato scientificamente.
Le persone hanno avuto vuoti di memoria di alcuni minuti, ore o in rari casi addirittura giorni.
Questa memoria perduta però è possibile recuperarla attraverso l’ipnosi regressiva, una metodologia che si rivela a volte anche molto efficace.

Ci sono numerosi casi di Abduction conosciuti come Travis Walton, Robert Taylor, Clayton e Donna Lee, Alan Godfrey e rimanendo in Italia non possiamo non citare il caso Zanfretta, Siracusa, Bellini e molti altri. Ovviamente, alcune Abduction hanno avuto risvolti negativi, ma in questo articolo vorremmo concentrarci su quelle che hanno avuto risvolti positivi.

Apriamo però una piccola parentesi.
Dire di essere stati rapiti da alieni, nella vita sociale delle persone, porta un grande scompenso.
Si viene ridicolizzati, additati come visionari o addirittura pazzi, molti perdono il lavoro, vengono lasciati soli.
Quindi vi poniamo questa domanda.

Perché una persona dovrebbe mentire a tutti dicendo falsità sapendo di trovarsi poi ad affrontare tutti questi disagi?

Detto questo passiamo alla casistica.

IL CASO DEL “DOTTOR X”

Il protagonista di questa insolita avventura ufologica è un medico francese, molto noto nel mondo del paranormale e convenzionalmente chiamato” Dottor X“.

Riferì infatti di come nelle prime ore di una giornata di inizio novembre del 1968 avrebbe notato delle luci e sentito dei rumori provenire da fuori casa sua e di come, uscito per verificare cosa fosse, avesse scoperto che si trattava di due Ufo molto luminosi che dopo essersi mossi lentamente, si fusero in un unico veivolo, per poi dirigersi verso di lui investendolo con un fascio di luce molto potente.
Ripresosi dallo shock il “dottor x” constatò che l’oggetto era scomparso, ma di tutto l’episodio si ricordò solo alcuni giorni dopo, accorgendosi che anche la paralisi parziale di cui soffriva da 10 anni ad una gamba a causa di una ferita di guerra in Algeria era scomparsa lasciandolo perfettamente sano.
Caso più unico che raro di un testimone che sembra aver tratto benefici fisici dall’incontro.

IL CASO DI DEANNA DUBE

L’ufologo Alfredo Lissoni racconta la storia di una donna da lui intervistata.
Deanna Dube, una casalinga statunitense, era nata con una patologia, un difetto cardiaco congenito che già aveva portato alla morte due suoi familiari.
La Dube riferisce: “A dodici anni mi trovavo in camera da letto quando, una notte, vidi qualcuno davanti a me, un essere alto e di sembianze androgine.
Mi esortò a non aver paura e mi promise che avrebbe cercato di guarire il mio cuore. Adagiò la mano sul petto e sentii la pressione esercitata. Il giorno dopo, mi recai in ospedale per continuare la serie delle analisi ed i medici mi riferirono che il mio cuore era tornato di dimensioni regolari, in un modo che la scienza ufficiale non riusciva a spiegare”.
Durante la trasmissione “Encounters of the fourth kind”, la donna mostrò le radiografie, prima e dopo e si vedeva bene che il cuore era tornato alle dimensioni normali.


IL CASO DI RINALDO DEL MONTE

Un’altro caso è quello del cantante Rinaldo Del Monte (conosciuto come Rinaldo Ebasta).
Raccontò che in un periodo di sofferenza fisica, un giorno si trovò dentro un’astronave in cui c’erano tre “alieni spirituali” che gli comunicarono che aveva una coronaria occlusa, gli eliminarono l’ostruzione. Una volta tornato a terra, fece degli esami in cui si scoprì una totale remissione.


IL CASO DI TRAVIS WALTON

Travis Walton sostiene di essere stato rapito da un UFO il 5 novembre del 1975, mentre era al lavoro con dei colleghi nella Apache Sitgreaves National Forest in Arizona.
Walton scompare, per poi riapparire dopo cinque giorni di intense ricerche, durante i quali vennero incriminati per presunto omicidio i suoi colleghi falegnami provenienti dal villaggio di Snowflake.
Durante una sua intervista testimoniò che un giorno appena terminato di lavorare con i suoi colleghi boscaioli, avvistò un UFO e incuriosito si avvicino troppo al punto di rimanere ferito dalle radiazioni.
Successivamente fu soccorso da Alieni buoni.
Dice di aver visto due tipi di esseri, quelli simili ai Grigi e quelli che paiono essere simili ai popoli nordici.
Ha affermato si trattasse di esseri benevoli che non avevano intenzione di fargli del male.
I Grigi si diedero da fare su di lui ma alla fine comprese che il loro intento era quello di curarlo e rianimarlo.

Abbiamo raccolto per Voi alcuni dei casi presenti sul web riguardo Abduction con fine positivo da parte di esseri benevoli con la speranza di essere riusciti a tranquillizzarvi e a sottolineare che non tutto è negativo.

Scritto da Rosy & Maya Admin del gruppo Facebook Hack the Matrix

loading...

Related posts

Vortici Energetici: Chakra

Deslok

LA LEGGE DEL KARMA

Maya Hikari

Grazie Universo: Il valore della Gratitudine

Maya Hikari