LA PROVA DELL’ESISTENZA DI UMANOIDI GIGANTI E DI CITTÀ SOTTERRANEE IN AMERICA

Il rapporto più famoso, sui giganti e sulle città sotterranee, è apparso nell’edizione del 5 aprile 1909 di The Arizona Gazette, intitolato “Esplorazioni nel Grand Canyon“.

L’esploratore GE Kinkaid ha scoperto un’enorme “cittadella” sotterranea mentre faceva rafting sul fiume Colorado.

MUMMIE DI UMANOIDI GIGANTI AVVOLTE IN TESSUTO SCURO

Esplorando una galleria che si estendeva “quasi un miglio sottoterra”, Kinkaid trovò questa cittadella, piena di tavolette intagliate con un certo tipo di geroglifici e di una statua di pietra che descrisse come simile a Buddha.

Trovò armi di rame allineate  sulle pareti, ma l’aspetto più intrigante di questo antico luogo erano le mummie umanoidi di giganti, tutte avvolte in un tessuto scuro.

a cura di Hackthematrix

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.