I misteriosi “alberi” di Marte: “Strane fotografie del pianeta rosso”

Per decenni, i dispositivi della NASA hanno inviato sulla Terra non solo immagini standard della superficie di Marte, ma anche fotografie di oggetti anomali. Tra queste fotografie ci sono “oggetti” molto simili agli alberi.

Fino ad ora nessuno può dire con certezza cosa siano.

“Ora sono convinto che Marte sia la patria di una razza di giardinieri pazzi”, disse nel 2001 il famoso scrittore di fantascienza Arthur Clarke, quando vide la prima immagine insolita di “alberi marziani”.

Secondo lui, questa è stata un’ottima prova che c’è vita su Marte.

E dove ci sono piante, molto probabilmente ci sono insetti e animali, e forse anche una vita intelligente, continuò Clarke con il suo ragionamento.

Arthur Clarke sognava lo spazio fin dalla giovane età e questo hobby è durato tutta la sua vita.

La più famosa delle sue storie spaziali è la storia di “The Guardian”, secondo la quale Kubrick ha diretto il film “2001: Odissea nello spazio” e il romanzo “The End of Childhood”.

Credeva davvero che nelle profondità dello spazio esistessero civiltà intelligenti fino a quel momento a noi sconosciute.

La stessa foto che ha così deliziato Arthur Clarke è stata scattata dal Mars Global Surveyor, lanciato dalla NASA nel novembre 1996.

Dal 1999, questo dispositivo ha iniziato a inviare immagini ad alta risoluzione della superficie marziana prese dall’orbita di Marte sulla Terra.

Tra queste immagini ne abbiamo trovate alcune molto insolite, impossibili da definire. C’era uno strano oggetto fotografato che somigliava per lo più a una vista dall’alto di alberi con chiome larghe e rigogliose.

Qualcuno pensa che in realtà sia una “colonia” di cristalli o minerali.

Altri  credono che siano colonie di organismi marziani primitivi viventi, possibilmente licheni.

Altri sono sicuri che gli “alberi banyan” siano semplicemente lava congelata in superficie.

“Ad oggi, non ci sono prove conclusive di alcun tipo di biologia marziana, passata o presente, vegetale o altro. Nella primavera marziana, il sole riscalda il ghiaccio, facendolo sublimare direttamente in vapore e il gas risultante sposta la polvere e le particelle di sabbia circostanti. quello che sta succedendo è che la sabbia scura sta scivolando sulla parte luminosa e ghiacciata della duna “

Candy Hansen, che ha partecipato allo sviluppo del programma Mars Reconnaissance Orbiter.

Tuttavia, negli anni successivi, continuarono ad arrivare fotografie di Marte con oggetti completamente diversi dai paesaggi rocciosi, ma simili ad alberi o cespugli.

Nel 2016, le fotografie di strani “cespugli” neri che crescevano tra le dune di sabbia marziane vuote hanno fatto il giro del mondo.

Secondo la NASA, questi oggetti non sono altro che tracce di sabbia scura.

Ma oltre a queste, ci sono altre immagini, ed è chiaramente visibile che questa “prospettiva” ha un’ombra che cade sulla superficie.

Cioè, questi “alberi” sono in realtà qualcosa di verticale e non un ‘”impronta sulla sabbia”. Qualcuno ci sta nascondendo qualcosa? In caso affermativo, perché e qual è lo scopo?

Riferimenti ufo-spain.com

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.