Hack The Matrix
Ufo e Misteri

Il mistero del ritrovamento dei resti di un UFO a Maury Island (Video)

loading...

L’incidente di Maury Island è un caso controverso di osservazione di UFO avvenuto in USA tre giorni prima del famoso avvistamento da parte di Kenneth Arnold. L’opinione sul caso è divisa tra chi lo ritiene una bufala e chi un caso di insabbiamento.

Questi sono i fatti di quanto accaduto in data giugno 1947.
Harold Dahl, un residente americano della città di Tacoma, nello stato di Washington, fu il protagonista di un caso di avvistamento UFO di cui ancora oggi non sappiamo se sia stato reale, perchè ci sono molte polemiche sull’autenticità degli eventi.

Tutto è iniziato il 21 giugno verso le due del pomeriggio quando stava facendo un giro in barca accompagnato da due amici, suo figlio di 15 anni e il suo cane vicino all’Isola di Maury.

All’improvviso, nel bel mezzo della camminata, vide nel cielo quello che  sembravano essere sei macchine di enormi dimensioni statiche nell’aria a circa 600 metri sopra le loro teste. Stavano scattando fotografie di queste strane navi quando improvvisamente videro una di quelle navi iniziare a scendere e colpire un’altra che era a pochi metri sotto di loro. Ci fu uno scoppio rumoroso e un’infinità di pezzi di un leggerissimo metallo bianco cominciarono a cadere, facendo caderne un pezzo nella loro barca. Pochi minuti dopo, incominciarono a cadere pezzi di metallo più scuro,, che sembrava essersi sciolto, mentre nuvole di vapore salivano quando altri pezzi cadevano nell’acqua.

Il giorno dopo ha detto quello che è successo al suo migliore amico Fred Crisman e i due sono andati in barca ad ispezionare e raccogliere qualche possibile altro metallo che era caduto dalla nave nella barca. Decise di diffondere la storia di quello che aveva visto e questo lo ha reso estremamente popolare nei media, al punto che ha coinvolto l’FBI, che ha avviato un’indagine sul caso. Tuttavia, il giorno precedente si era verificato un altro evento molto raro…

Un uomo di nome Kenneth Arnold avvistò un oggetto volante in un’altra zona non lontana, sul monte Rainier, nello stato di Washington, negli Stati Uniti. Kenneth era già associato al fenomeno dei dischi volanti, grazie alla sua passione per questi argomenti legati all’ufologia e anche per l’intervento di Ray Palmer, il direttore di una rivista Fantasy. Kenneth era interessato al caso di Harold Dahl e si mise alla ricerca di quello che accadde il 21 luglio sull’isola di Maury.

Erano passate settimane dall’accaduto quando Dahl incontrò Kenneth e gli spiegò che, dopo quello che era successo, era stato visitato da un uomo in nero che lo convinse che non era conveniente per lui parlare di ciò che aveva visto e di ciò che era accaduto, una specie di repressione sotto minacce che presto apparsero ripetutamente nelle storie americane di molti avvistamenti UFO. (MIB)

Kenneth Arnold era molto preoccupato che i professionisti continuassero le ricerche dopo le minacce ricevute. Poi dalla Base IV dell’Aeronautica di Hamilton Field arrivarono due agenti dell’intelligence per studiare il caso: il Capitano Willian Davidson e il Tenente Frank Brown.

Quando arrivarono Brown e Davidson, gli vennero mostrati una serie di resti di UFO, che furono posti sul pavimento della stanza dove si trovavano. Davidson e Brown sembravano cercare di minimizzare il problema e si rifiutavano persino di accettare molti dei campioni del materiale a loro offerti; Dahl e Kenneth hanno dato l’impressione che pensassero di essere vittime di un inganno da parte loro. Ma alla fine hanno preso alcuni dei pezzi del materiale per analizzarlo e li misero nella loro auto, trasportandoli successivamente in un aereo B-25 che permise a loro di tornare a Hamilton (California).

Inizialmente era stato ipotizzato che  il materiale potesse essere feccia radioattiva che era stata scaricata illegalmente dalla Commissione AEC di Atomic Energy e che l’uomo in nero era in realtà un agente dell’AEC con lo scopo di porre fine alla storia prima che sfuggisse tutto di mano. Ma il più curioso e fatale evento di questa storia evento è che il B-25 in cui i due ufficiali e il materiale volavano si schiantò e prese fuoco. I due ufficiali morirono sul colpo.

Tuttavia, i rapporti ufficiali che sono stati recentemente declassificati dall’FBI mostrano che molte delle informazioni presentate all’epoca non erano vere. Durante l’indagine, gli agenti confermarono che l’aereo distrutto non trasportava oggetti metallici da astronavi extraterrestri e accusò Dahl e Crisman di ricavarne un profitto raccontando false testimonianze. Infine, per evitare problemi di giustizia, Dahl ha ammesso che l’intera storia, dall’inizio alla fine, è stata inventata da lui.

Forse sono stati minacciati dal governo degli Stati Uniti dopo la morte dei due agenti dell’ intelligence? Forse volevano sbarazzarsi dei resti abbattendo il B-25? O forse era davvero tutta una storia inventata? … In ogni caso, lasciamo che ognuno di voi arrivi alle sue conclusioni .. Guarda il seguente video di Albert, dal canale “The Cross 1984:

Sonia (ufo-spa)in

Fonte delle notizie UFO-Spain

 

loading...

Related posts

Esperto NASA: tute le nostre missioni monitorate dagli Ufo

Deslok

LA VERSIONE DI BEROSO SUL PIANETA CHIAMATO “NIBIRU”

Deslok

(VIDEO) Chris Agostino: “Sono stato rapito dagli alieni ed ho uno strano oggetto metallico impiantato in una gamba…”

Deslok

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.