Hack The Matrix
Articolando tra le Stelle

I BAMBINI: LA NUOVA UMANITA’

loading...

L’articolo che vogliamo condividere con Voi nella rubrica “Articolando tra le Stelle” di Hack the Matrix riguarda l’Amore fatto persona, i bambini. Non ci pensiamo mai, ma loro rappresentano il domani dell’Umanità. Come tale, per un futuro migliore e ricco di Amore, il nostro compito è fondamentale.

Il futuro è nelle nostre mani. Siamo creatori e se ci prendiamo cura dei bambini facendoli crescere nel modo giusto e con sani principi, il mondo migliore che tanto desideriamo da una vita magicamente si materializzerà.

I bambini sono speciali, dotati di un’energia pura. Sono innocenti, belli e con un cuore immenso. Sono l’espressione dell’Amore. Il mondo visto dai loro occhi è meraviglioso, si sentono adulti pur essendo piccini e soffrono ogni volta che vengono reputati bimbi piccoli. Noi stessi, pur avendo vissuto la loro fase, non smettiamo mai di imparare e talvolta loro sono anche nostri maestri.

Spesso i bambini fanno domande a cui non sappiamo come rispondere. In quanto li reputiamo “solo dei bambini”, pensiamo che non siano in grado di capire alcuni concetti, quindi come possiamo spiegargli le cose?

La cosa più importante da insegnare ad un bambino è il rispetto, per la vita, per il prossimo, per la natura. Insegniamo loro l’amore, per se stessi prima di tutto, valorizzandoli e rendendoli sicuri di se. Facciamogli capire che l’amore non è a senso unico e allo stesso modo in cui amano i genitori, loro possono amare tutte le persone.

Facciamo loro capire che il giudizio non fa parte di noi, il poveretto che chiede la carità merita lo stesso rispetto che abbiamo per chiunque altro. Insegniamo loro che il loro compagno che si diverte a prenderlo in giro, forse ha dei problemi che non riesce ad affrontare in altro modo. Insegniamogli che ogni persona ha una sua sensibilità e può essere facilmente ferita, quindi è meglio evitare di prendersi gioco degli altri.

“Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te”

I bambini sono delle spugne, assorbono ogni insegnamento ma sopratutto ogni esempio. Molto spesso si sentono genitori dire al proprio figlio: “non è quello che ti ho insegnato”. La risposta che potrebbero ricevere è: “ma è quello che hai fatto”. Non basta insegnare, bisogna anche dimostrare, dare il giusto esempio. Si insegna soprattutto dando l’esempio.

I bambini di oggi sono molto più evoluti rispetto a quando i bambini eravamo noi, sono molto più consapevoli. Date fiducia ai vostri figli ed essi vi sorprenderanno. Rispettateli in quanto individui. Se non li rispettate, non stupitevi se poi non impareranno a rispettare voi e gli altri. Lasciateli liberi di esplorare il mondo che li circonda, lasciateli liberi di esprimere le loro curiosità, i loro talenti, la loro creatività. Spesso siamo tentati a sminuire quello che ci raccontano: “ma si, è una sciocchezza”, quante volte gliel’avete detto? Quella che per noi è una sciocchezza per loro è importante, perdiamo qualche minuto ad ascoltarli. Altro fattore importante per loro sono i punti di riferimento, ne hanno bisogno per sentirsi sicuri.

Tutti sogniamo un mondo di pace, amore, serenità. Creiamo il nostro domani per far si che il mondo tanto desiderato diventi la loro realtà. Diamo valore alla Vita.

“I bambini sono degli enigmi luminosi.” (Daniel Pennac)

“I vostri figli non sono figli vostri. Sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. Nascono per mezzo di voi, ma non da voi. Dimorano con voi, tuttavia non vi appartengono. Potete dar loro il vostro amore, ma non le vostre idee. Potete dare una casa al loro corpo, ma non alla loro anima, perché la loro anima abita la casa dell’avvenire che voi non potete visitare nemmeno nei vostri sogni. Potete sforzarvi di tenere il loro passo, ma non pretendere di renderli simili a voi, perché la vita non torna indietro, né può fermarsi a ieri. Voi siete l’arco dal quale, come frecce vive, i vostri figli sono lanciati in avanti. L’Arciere mira al bersaglio sul sentiero dell’infinito e vi tiene tesi con tutto il suo vigore affinché le sue frecce possano andare veloci e lontane. Lasciatevi tendere con gioia nelle mani dell’Arciere, poiché egli ama in egual misura e le frecce che volano e l’arco che rimane saldo.” (Kahlil Gibran)

“Figlio mio, vivi in modo da non doverti vergognare di te stesso, dì la tua parola in modo che ciascuno debba dire di te che ci si può fidare; e non dimenticare che dare gioia ci dà anche gioia. Impara a tempo che la fame dà sapore ai cibi, e rifuggi la comodità perché rende insipida la vita. Un giorno dovrai fare qualcosa di grande: a tale scopo devi diventare tu stesso qualcosa di grande.” (F. Nietzsche)

Articolo di Rosy & Maya – Hackthematrix

loading...

Related posts

E’ online la nuova puntata del Canale “Aeramya Articolando tra le Stelle” – La Scuola della Vita: Nulla accade per caso

Maya Hikari

COME PRATICARE LA MEDITAZIONE

Maya Hikari

PARALISI DEL SONNO: ESPERIENZE

Maya Hikari

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.