Sab. Apr 20th, 2024
70Shares

L’azienda di robotica Figure ha stretto una partnership con OpenAI, dando vita a un robot umanoide dalle molteplici funzioni che ha già suscitato impressione nelle prime interazioni con le persone.

Dopo aver ottenuto un finanziamento multimilionario da parte di Microsoft, NVIDIA, Jeff Bezos, Intel Capital e altri investitori, Figure è riuscita a sviluppare robot umanoidi il cui obiettivo è semplificarci la vita occupandosi dei noiosi compiti domestici o dei lavori pesanti nelle fabbriche e nelle aziende.

Tale ambizione è stata potenziata su vari fronti alla fine del mese scorso, grazie alla stipula di un accordo di collaborazione con OpenAI. Tale accordo mira ad accelerare il processo di commercializzazione di questi robot e a migliorare le loro capacità di elaborazione e ragionamento del linguaggio.

Un video pubblicato questa settimana mostra, ad esempio, uno di questi umanoidi, noto come Figure 01, che conversa con un ingegnere mentre raccoglie i piatti. “Osservo una mela rossa su un piatto al centro del tavolo, uno scolapiatti con tazze e un piatto, e tu in piedi vicino con la mano sul tavolo”, dichiara il robot con una voce suggestiva, dimostrando le capacità di “ragionamento verbale” di OpenAI. “Posso mangiare qualcosa?”, domanda l’umano accanto.

“Certamente”, risponde il robot, consegnando la mela rossa senza esitazione. “Ti ho dato la mela perché è l’unico elemento commestibile che potevo offrirti dal tavolo”, spiega il robot quando gli viene chiesto il motivo della sua scelta, inserendo un “uh” che ricorda inquietantemente l’interlocuzione umana.

Nonostante l’azienda non abbia ancora annunciato un prodotto commerciale per i consumatori, la dimostrazione offre uno scenario quasi distopico di ciò che potremmo aspettarci.

È davvero questa l’interazione che potremmo avere un giorno con un robot dotato di intelligenza artificiale, destinato a pulire la nostra casa o a lavare i nostri piatti? “Il nostro obiettivo in Figure è portare i robot umanoidi sul mercato commerciale il prima possibile.

Grazie agli investimenti ottenuti e alla collaborazione con OpenAI e Microsoft, siamo ben preparati per introdurre l’intelligenza artificiale incarnata nel mondo e avere un impatto trasformativo sull’umanità”, afferma Brett Adcock, fondatore e CEO di Figure. “L’intelligenza artificiale e la robotica sono il futuro, e siamo grati per il sostegno degli investitori e dei partner che condividono la nostra visione”, conclude.

Va sottolineato che il team di Figure è composto da esperti provenienti da aziende di prestigio come Boston Dynamics, Tesla, Google DeepMind e Archer Aviation.

Unisciti a noi. Segui Hackthematrix  su Facebook. Unisciti al nostro  gruppo Telegram . Seguici  anche su  Google News .

source MP

70Shares

Di Deslok

Indagatore dell'insolito e dei fenomeni inspiegabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.