Sab. Apr 20th, 2024
275Shares

Una delle più sorprendenti inversioni atmosferiche della memoria recente si è verificata di recente.

Il vortice polare è un motore chiave della corrente a getto polare (raffigurato in questa animazione). Credito: NASA/Goddard Space Flight Center.

Il vortice polare che avvolge l’Artico ha cambiato direzione a seguito di un inaspettato riscaldamento nell’atmosfera superiore, causando un significativo fenomeno di inversione all’inizio del mese. In passato, tali variazioni nel vortice polare, un grande vortice di aria fredda che circonda l’Artico, hanno portato a condizioni meteorologiche estreme e a tempeste in molte parti degli Stati Uniti. Questo cambiamento di direzione attuale del vortice non dovrebbe portare a un congelamento simile. Invece, ha innescato un eccezionale aumento dell’ozono sopra il Polo Nord.

Durante i mesi invernali, il vortice polare diventa particolarmente prominente e si estende fino alla stratosfera, la seconda fascia dell’atmosfera situata a circa 50 chilometri di altezza. Ruota in senso antiorario con venti che raggiungono velocità di circa 250 km/h, simili a quelli di un uragano di categoria 5. Un fenomeno simile si verifica anche attorno all’Antartide durante l’inverno nell’emisfero australe.

A volte, il vortice polare può invertirsi temporaneamente a causa di un improvviso riscaldamento nella stratosfera, noto come riscaldamento repentino. Questi eventi, chiamati SSW (Sudden Stratospheric Warming), possono durare da giorni a mesi.

Il riscaldamento repentino è provocato da onde planetarie nell’atmosfera, che si formano quando l’aria si sposta verso regioni di diversa densità e viene poi spinta verso il basso a causa della rotazione terrestre. Questo fenomeno può interrompere o invertire il flusso del vortice polare.

L’attuale inversione del vortice nell’Artico è iniziata l’4 marzo. Tuttavia, i venti stanno iniziando a rallentare, indicando un ritorno alla normalità del vortice. Amy Butler, climatologa della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration), ha dichiarato che si tratta di un’inversione significativa, con venti invertiti che classificano l’evento tra i sei più rilevanti mai registrati.

Le perturbazioni nel vortice polare possono influenzare il clima in Nord America, come dimostrato da un fronte freddo che ha colpito il Midwest degli Stati Uniti nel 2019. Tuttavia, l’inversione attuale non ha alterato significativamente la corrente a getto, una corrente d’aria che circonda il vortice polare.

Ciò significa che i modelli climatici rimarranno probabilmente stabili. Un effetto collaterale dell’inversione è stato un aumento temporaneo dell’ozono intorno all’Artico, con livelli record mai visti prima. Tuttavia, questo picco di ozono si dissiperà una volta che il vortice polare tornerà alla sua normale direzione.

Amy Butler ha anche evidenziato che questa è la seconda inversione di questo tipo quest’anno, dopo un evento minore a gennaio che ha causato un breve periodo di freddo in alcune regioni. Storicamente, gli eventi SSW sono più frequenti durante le fasi di El Niño o La Niña, che sono due fasi di un ciclo naturale di riscaldamento e raffreddamento del pianeta.

Attualmente, ci troviamo in una fase significativa di El Niño, il che potrebbe aumentare la probabilità di inversioni o perturbazioni per almeno un altro anno.

 

Unisciti a noi. Segui Hackthematrix  su Facebook. Unisciti al nostro  gruppo Telegram . Seguici  anche su  Google News 

source MP

Fonte: Spaceweather

275Shares

Di Deslok

Indagatore dell'insolito e dei fenomeni inspiegabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.