Hack The Matrix
Controinformazione

L’attentato di Parigi ci spinge verso il PNR (Passenger Name Record)

loading...

Problema, reazione, soluzione…
E’ ormai lo stesso giochetto che i potenti usano ogni volta per creare controllo, sempre più evidente e invasivo.
Con il pretesto dell’attentato di Parigi, anche l’Unione europea, gli Stati Uniti lo fecero dopo l’11 Settembre, ha improvvisamente accelerato, per avere più misure di sicurezza per garantire  la protezione dei cittadini contro eventuali attacchi terroristici.

gli_attentati_di_parigi_sono_il_contrattacco_dellisis_intervista_a_sergio_romano
Più controllo, come se non bastasse quello che abbiamo già, nuove misure restrittive,  è l Europa che lo chiede, ma non i cittadini europei ma i nostri “capi”.
Ovviamente tutte questo controllo, non è per il bene del cittadino, è tutto mascherato ad arte, ci sono molte ipotesi credibili su il False Flag del 11 Settembre e pure sull’attentato di Parigi. In più ci sono i  media che aiutano a spargere la paura alla popolazione, continuamente sotto pressione da questo Sistema scellerato.
Torna dunque protagonista il Pnr (Passenger Name Record).

indian-rail-ticket1
Sapete cos è il PNR? Questo è un estratto dal quotidiano Repubblica:

Mensurati su Repubblica spiega nei dettagli in cosa consiste il pnr: oltre all’anagrafica (nome, cognome, indirizzo, ecc) e alle informazioni di viaggio raccoglie elementi personali potenzialmente “sensibili”, come le preferenze sul pasto consumato a bordo, eventuali esigenze sanitarie o semplicemente il metodo di pagamento del biglietto. Dati – spiega Mensurati – che correttamente analizzati e incrociati tra di loro potrebbero essere molto utili sia per la prevenzione, sia per le eventuali indagini. Unico nodo ancora sul tavolo dei ministri dell’Interno e della Giustizia europei i tempi di conservazione dei dati: la prima stesura – racconta sempre Mesurati su Repubblica – prevedeva 5 anni, il compromesso dovrebbe portare a 3. Per capire l’importanza e la portata di questa decisione basti pensare che una simile venne presa negli Stati Uniti dopo l’11 settembre.
Il PNR fu proposto qualche hanno indietro, nel 2011, ma la proposta fu bocciata perchè violava la privacy dei cittadini, in maniera troppo invasiva.
Ma come per incanto ecco l’attentato di Parigi!!
E il PNR torna in “cantiere” e sembra proprio che questa volta diventi legge e in poco tempo.
Sembra proprio che l’espediente, l’attentato di Parigi, sia stata la miccia per arrivare al controllo totale degli spostamenti delle persone, una scusa dunque.

flugdaten-01

Si sono create quindi  le condizioni per permettere lo scambio delle informazioni sensibili tra gli Stati dell’Unione Europea e gli USA.  A quanto emerge stanno provando  un nuovo sistema di sorveglianza centralizzato, molto simile a quello usato negli Stati Uniti se non più evoluto, controllato dalla NATO, dove il controllo di tutto, passa per Washington e non più ai singoli Stati.
Questo comporta ad una perdita totale della nostra sovranità, gli stati ormai “schiavi” e dipendenti degli USA.
Hanno fatto l’Unione Europea perchè è più semplice dominare un’insieme di Stati che uno singolo. I padroni d’Europa quindi non siamo noi Europei.

Un altro passo verso il controllo globale, sembra stia andando in porto.

Redazione Hackthematrix

loading...

Related posts

ECCO CHI SONO I CREATORI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE

Volete sapere se vi stanno spiando tramite il cellulare? Fate questi passaggi per scoprirlo:

Un’enorme creatura appare sulla spiaggia delle Filippine