Hack The Matrix
Riflessioni

Le divisioni, i migranti e l’odio… Andiamo in pace !

loading...

Le divisioni  i migranti e l’odio ….Andiamo in pace !

Stanno creando un sistema di odio legalizzato!
Come sempre quelli che ci rimettono sono i poveri, gli onesti e gli sfruttati.
I focolai di malcontento si stanno ingigantendo , l’odio e la violenza si sta allargando a macchia d’olio , stanno mettendo essere umano contro essere umano , stanno alimentando la cattiveria nascosta nell’animo.
Ora tutti si sfogano con gli immigranti, e il problema è grave.
È grave per chi scappa da una situazione di conflitto ed è grave per chi ospita e non ha le capacità , non quelle umane, ma quelle “risolutive”, date da una mancanza di sostegno da parte degli organi governativi e politici.
Non si uscirà da questa situazione lottando e picchiando persone sbagliate.
Diciamo sempre che l’unità crea persone libere, e che non ci sono distinzioni di razza e di credo, politico o religioso.
Poi siamo pronti a scendere in campo, per fare violenza a chi pensiamo ruba l’aria che respiriamo.
Ma l’aria è di tutti e nessuno ha il diritto di comandare sugli altri.
Ora , se non troviamo un mezzo per rimanere uniti; gialli, verdi, neri, bianchi , alti, bassi, belli e brutti , per combattere veramente chi ordina queste guerre orrende , e queste brutali separazioni, vuol dire che poi così superiori non siamo ; vuol dire che nel nostro piccolo non sappiamo neanche fermare l’odio ipocrita che da sempre è ben nascosto dentro il nostro animo.
Solo un uomo con grande volontà, coraggio determinazione e amore verso l’uomo stesso, e soprattutto nessun tipo di violenza è riuscito a far risorgere una nazione intera, a costo della vita.
Il razzismo non nasce da solo, nasce da uomini che lo vogliono; ignoranti , cattivi e avidi , accecati di potere che per arricchirsi speculano sulle sofferenze di coloro che cercano semplicemente la pace e la fratellanza tra le persone.
Mi piacerebbe accendere un dialogo tra gli sfruttati e coloro che si sentono usurpati , unire le menti di tutti per colpire un solo sistema marcio , quello che sta portando alla rovina questo bellissimo paese.
Il sistema marcio in questo momento si chiama “classe politica”!
(Poi sappiamo che a dettare gli ordini sono “altri”, ma questa è un’altra storia ).
La violenza genera altra violenza , chi si è sempre preparato alla guerra cerca solo una scusa per giustificare il suo conflitto.
Ci vuole più coraggio per cercare la pace a costo della morte.
Dobbiamo trovare un dialogo , con tutte le forze disponibili , una semplice ragione che ci faccia unire per marciare veramente nella direzione giusta.
Marciare verso quelle persone , che ci hanno rubato le speranze di poter ospitare come fratelli persone che non si conoscono, guardare con occhi di pietà coloro che scappano da una situazione orrenda.
Con questo non voglio dire che le mele bacate non esistono , anzi , anche nei campi migliori nascono raccolti che mettono in difficoltà l’intera produzione.
Certamente chi arriva da un paese straniero , può essere una brava persona come al contrario una cattiva persona. E io voglio avere una visuale equilibrata della situazione , mettermi nel mezzo.
Non posso abbassare la testa e fare finta di niente, perciò condanno coloro che arrivano in terra straniera e portano la loro cattiva vita, quelli che abusano degli aiuti , quelli che per vivere fanno violenza o creano disordini.
Ci sono cittadini Italiani sul lastrico che vivono ai bordi di periferia , persone distrutte dai pagamenti e anziani costretti a vivere con niente, per non parlare della disoccupazione , ora come non mai ai massimi livelli. Questo non aiuta e sconvolge la serenità tra le persone. Gli immigrati che arrivano dovrebbero avere un occhio di riguardo per le problematiche italiane se veramente si vogliono integrare, e rispettare un paese democratico.
Quando ho viaggiato in paesi particolari , mi sono sempre attenuto alle loro regole , sia per rispetto e sia per una forma di sopravvivenza, e in certi paesi vi posso assicurare che non si scherza!
Contrariamente accetto tutti quelli che non creano problemi , che sono brave persone, disperate ma che vogliono integrarsi nel rispetto della loro bontà e quella degli altri.
Però dobbiamo essere attenti, vigili, saper distinguere le vere cause e i veri artefici di questo odio.
Sapere che esiste una categoria di persone corrotte che ha creato questa macchina di intolleranza.
Sarebbe bello andare contro il sistema, unendosi anche con persone di altre nazioni, che vengono sfruttate quanto noi, che sono vittime di un gioco di potere, bisognerebbe capire che dietro il governo ci sono cooperative che lucrano sugli immigrati, bisogna sgretolare questi organi parassitari, creare un ponte culturale e di coscienza per unire tutte le persone e combattere questo tipo di sistema!
Tutti uniti contro questa politica e queste persone che così ignobilmente ci stanno togliendo la nostra “libertà “.

 

di Filippo Celati

loading...

Related posts

Il diritto negato alla comunicazione.

Quando il Corriere scopre che le regole non valgono per gli invasori

La paura inquina l’aria