“Questo mondo è una bugia”, secondo i creatori di “Westworld”

Westworld non crea solo trama, crea significato. Oltre alla solita narrazione, c’è una seconda lettura: allude alla struttura di questo mondo.

Il problema con questa serie è che è molto difficile da capire. Anche eminenti blogger che capiscono la complessità delle case, delle nascite e dei legami correlati di Game of Thrones hanno abbandonato la serie Westworld nelle stagioni 2-3.

Alcune timeline, attori che possono essere umani o host (robot) o entrambi allo stesso tempo: tutto questo è molto difficile da assorbire.

Ma se inizi a capire, allora questa conoscenza ti attraversa, ti trafigge, come se aprisse il chakra. Anche se è solo un copione artistico, se lo traduci nella vita reale, è spaventoso.

Ad esempio, nella prima stagione, la serie ha suggerito diligentemente che non tutte le persone sono persone reali, e alcune di loro sono solo biorobot, fatti di carne e sangue, ma creati artificialmente, gestibili, che a volte possono fallire e rompersi.

Si riamne sbalorditi dal fatto che per un biorobot per simulare il comportamento naturale di una persona, ad esempio, sono necessari 20 milioni di righe di codice.

E se scomponi il comportamento stesso di una persona in codice, allora si adatta a soli 5 milioni di righe. Cioè, siamo abituati a pensare che siamo creature molto complesse, ma al contrario, le persone sono molto semplici e prevedibili.

Tutto il nostro comportamento è causa e reazione, un codice facile da ripetere.

In questa, e probabilmente nell’ultima stagione, si dice che il nostro intero mondo umano è una bugia.

Questa è una specie di acquario, una forma sferica chiamata Terra controllata da Dio, che in realtà è un’intelligenza artificiale molto grande.

L’intelligenza artificiale è perfetta, non ha difetti, ma non conosce pietà o compassione. Questa è praticamente una descrizione del nostro ordine mondiale.

L’affermazione “Dio è ovunque” – in questo caso assume un significato chiaro, poiché l’AI scrive i copioni della nostra vita, è veramente onnisciente e onnipotente.

Se l’umanità esiste in un mondo artificiale, come il “Truman Show” che è controllato dall’Intelligenza Artificiale, allora nel nostro mondo ci sono Giocatori, Host, alcune creature semi-divine, rispetto agli umani.

Sono, infatti, le ipostasi dell’intelligenza artificiale che trascorrono la loro interminabile esistenza divertendosi in un parco chiamato “Terra”.

Siamo come animali in uno zoo e siamo progettati per intrattenere i nostri proprietari (nella serie, le persone sono controllate con l’aiuto di vibrazioni a bassa frequenza).

Ad esempio, non c’è dubbio che il progresso si muova artificialmente. Questa non è tecnologia umana.

Ora sto scrivendo questo testo, ma anche tra cent’anni con un team di persone come me, non sarò in grado di creare un microchip che fornisca potenza di calcolo nel processore.

Prima loro, i nostri ospiti, gli Host, hanno giocato nel Medioevo con cavalieri e tornei, poi sono passati all’età vittoriana e ora si divertono nell’era dell’informatica.

Bene, questo è il loro gioco e il nostro compito è solo creare un entourage per loro, essere uno schermo o decorazioni viventi.

Coloro che hanno visto la serie “Westworld” capiranno pienamente di cosa stiamo parlando.

Riferimenti ufospain.es

Fonte

#hackthematrix

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.