Un antico testo dice che sono state utilizzate macchine avanzate per costruire le piramidi

La costruzione delle Piramidi d’Egitto è sempre stata un mistero. Molte teorie sono aleggiate su di loro, ma un vecchio documento potrebbe confermare che sono state utilizzate macchine avanzate.

“Le storie” di Erodoto.

Una delle opere più importanti dell’antica Grecia, e considerata la più importante del filosofo e storico Erodoto , fu scritta nel 440 a.C. C. Perché è diventata controversa negli ultimi anni? Perché fa menzione di alcune macchine avanzate che venivano usate nei tempi antichi.

Le Storie, come viene chiamata la composizione del greco, parlano di antichi documenti e tradizioni, politiche e costumi dell’Asia occidentale, del Nord Africa e della Grecia .

Tuttavia, in tutto il contributo all’umanità che questo lavoro ha lasciato, c’è una verità nascosta che potrebbe cambiare completamente la storia.

Come sono state costruite le piramidi d’Egitto?

La costruzione delle piramidi d’Egitto rimane un mistero. Dalla piramide di Djoser, la prima ad essere costruita fino all’arrivo di Seneferu , quando furono erette le 3 piramidi più note.

Ad oggi, non è stato trovato neanche un docimento sulla sua costruzione. Non un solo testo che citi il ​metodo utilizzato, cosa estremamente strana quando dekle altre opere esistono molti documenti.

Questo è uno dei punti più enigmatici che ha generato disagi per archeologi e ricercatori.

Con Cheope che fu costruita la Grande Piramide di Giza, si raggiunse l’ apice dell’architettura egizia. La persona incaricata della sua costruzione fu l’architetto Hemiunu , che presumibilmente, lo terminò in 20 anni.

Questa teoria è la più accettata dall’archeologia, ma, finora, non è stato trovato nessun documento che lo confermi.

Con 2.583.283 metri cubi, è il terzo manufatto più grande del pianeta per volume. Tuttavia, è il più alto, misura 146,7 metri.

Il suo sofisticato metodo di costruzione non può ancora essere replicato , anche con la tecnologia attuale.

Il documento menziona macchine avanzate che hanno aiutato nella costruzione della Grande Piramide di Giza.

Le macchine avanzate menzionate da Erodoto

Senza documentazione storica, senza poterla replicare con la tecnologia attuale, come è stata costruita allora? La risposta potrebbe essere nelle “Storie” di Erodoto.

Lo storico cita alcune strane macchine avanzate , che furono utilizzate durante la costruzione della Grande Piramide di Giza.

Il documento dice che dopo averne creato la base, usavano “macchine” per sollevare e posizionare le pietre sopra.

Il problema è che nemmeno lo storico stesso sa se sono state utilizzate una o più macchine . Il testo dice quanto segue:

«La piramide era costruita su gradini, in forma di merlatura, come si dice, o, secondo altri, in forma di alta.

Dopo aver posizionato le pietre per la base, hanno posizionato le pietre rimanenti per mezzo di macchine …

La prima macchina le sollevò da terra fino in cima al primo gradino. Sopra a questa c’era un’altra macchina, che riceveva le epietre al suo arrivo e le portava al secondo gradino, da dove una terza macchina le faceva avanzare ancora più in alto.

Avevano tante macchine quanti erano i gradini della piramide, o forse avevano una sola macchina che, essendo facilmente spostata, si trasferiva da uno strato all’altro man mano che le pietre salivano; entrambi i rapporti sono forniti e quindi cito entrambi. “

A cosa si riferiva Erodoto quando diceva “macchine che sollevavano le pietre”? Molti teorici sostengono che fosse la tecnologia avanzata che gli antichi astronauti portarono sulla Terra durante la loro visita, migliaia di anni fa.

Rifrimenti ufo-spain.es

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.