“Gli alieni potrebbero distruggere l’umanità per proteggere altre civiltà” (Video)

Alcuni scienziati hanno suggerito la possibilità che alcuni alieni, o esseri extraterrestri, possano distruggere l’umanità per proteggere altre civiltà.

Potremmo essere distrutti come misura preventiva.

Per anni, la Terra ha iniziato a soffrire di emissioni di gas serra e inquinamento su larga scala. Ciò potrebbe far sì che le civiltà aliene ci distruggano per prevenire e preservare altre civiltà.

Questa teoria si basa sull’analisi di quello le civiltà più avanzate potrebbero fare al pianeta. Osservando così i continui cambiamenti nell’atmosfera come conseguenza della crescita disordinata dell’umanità.

Pericolo da civiltà extraterrestri?

È possibile che le civiltà extraterrestri ci considerino una seria minaccia , soprattutto in relazione alla sussistenza e alla conservazione di altre razze. Di conseguenza, potrebbero prendere misure drastiche contro l’umanità.

È quanto ha pubblicato uno studio condotto da scienziati affiliati alla Nasa della Pennsylvania State University. Per loro, questo scenario è perfettamente fattibile dopo il primo contatto.

Ovviamente, questa teoria porta con sé anche una serie di suggerimenti affinché l’umanità si prepari a tale contatto. Cosa che, secondo loro, potrebbe essere molto vicina a succedere.

Lo studio è condotto da Shawn Domagal-Goldman , membro della Divisione di scienze planetarie della NASA, e dai suoi colleghi. Si intitola “Avremmo benefici dagli extraterrestri o danneggerebbero l’umanità?”

Il contatto extraterrestre potrebbe essere suddiviso in 3 categorie: il benefico, il neutro e il dannoso.

I contatti benefici per l’umanità sarebbero le intercettazioni di trasmissioni extraterrestri. Contatti con razze che collaborano al progresso dell’umanità e alla risoluzione dei nostri problemi. Un altro contatto benefico potrebbe essere la vittoria su una razza ostile .

Questo scenario, la vittoria non sarebbe solo una spinta morale come civiltà. Potremmo anche decodificare la loro tecnologia.

Il contatto neutro sarebbe quello con cui non potremmo avere comunicazione. Esseri indifferenti agli umani. O qualche civiltà che è “isolata” sulla Terra per caso.

Quelli dannosi, invece, sarebbero quelli che rappresentano un pericolo per l’umanità , sia esso accidentale o intenzionale.

Questi avrebbero la missione di attaccarci o renderci schiavi . Includono anche coloro che, per caso, potrebbero portare una malattia sconosciuta all’umanità, che potrebbe essere letale.

Per impedire agli alieni di attaccarci dobbiamo fermare l’inquinamento.

Le misure per salvarci

Lo studio mostra le possibilità per garantire la sopravvivenza dell’umanità o per rafforzarla. Raccomandano cautela con i segnali inviati nello spazio , specialmente quelli che danno informazioni compromettenti sulla biologia umana.

Con queste informazioni potrebbero progettare armi per attaccarci. Di fronte a qualsiasi tipo di contatto extraterrestre, dovrebbero essere toccati solo argomenti specifici fino a quando non se ne conoscono le intenzioni.

Allo stesso modo, queste civiltà aliene diffiderebbero delle civiltà in rapida espansione. Questi potrebbero essere soggetti alla distruzione di altri pianeti.

Questo perché l’umanità ha causato l’ estinzione di altre specie terrestri. Quindi lo scenario ideale per altre civiltà sarebbe quello di distruggere l’umanità.

“Un attacco preventivo sarebbe particolarmente probabile nelle prime fasi della nostra espansione. Una civiltà può diventare sempre più difficile da distruggere mentre continua ad espandersi.

L’umanità potrebbe ora entrare nel periodo in cui una civiltà extraterrestre intelligente potrebbe rilevare la sua rapida espansione civilizzante. Dal momento che la nostra espansione sta cambiando la composizione dell’atmosfera terrestre, attraverso le emissioni di gas serra.

Per gli autori è molto importante:

“Questi scenari ci danno motivi per limitare la nostra crescita e ridurre il nostro impatto sugli ecosistemi globali. Per noi sarebbe particolarmente importante limitare le nostre emissioni di gas serra, poiché la composizione atmosferica può essere osservata da altri pianeti”.

Sebbene non siamo ancora riusciti a contattare la vita extraterrestre, questo studio indica che devono essere presi in considerazione i probabili scenari che contribuiscono allo sviluppo futuro dell’umanità. Evitare la catastrofe, il crollo del pianeta e ottienere la sopravvivenza a lungo termine.

Riferimenti ufo-spain.es

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.