La più grande della storia. Una misteriosa enorme cometa dalle dimensioni di un pianeta vola verso il centro del Sistema Solare (Video)

Gli astronomi hanno scoperto un enorme oggetto che si sta avvicinando al Sole. L’orbita di questo oggetto ha più di 600 mila anni.

Diversi anni fa, gli scienziati hanno condotto ricerche sull’energia oscura e hanno scoperto un oggetto di grandi dimensioni, a cui è stata successivamente assegnata la designazione Object 2014 UN271.

Pedro Bernardinelli / DES Survey

Secondo i dati preliminari, la dimensione di questo oggetto varia da 100 a 370 chilometri. Secondo gli scienziati, questo significa che le dimensioni sono analoghe a quelle di un pianeta nano o di una cometa.

Il corpo cosmico 2014 UN271 è uno degli oggetti più grandi nella nube di Oort e più grande dell’enorme cometa Sarabat C/1729 P1. L’astronomo dilettante Sam Dean ha affermato al forum Minor Planet List (MPML) che l’oggetto “sembra più un pianeta nano”.

Si ritiene che il corpo spaziale 2014 UN271 viaggi tra il centro del sistema solare e la nube di Oort da oltre 612 190 anni.

Per una migliore comprensione, questo è più o meno lo stesso tempo trascorso tra l’apparizione dei Neanderthal e oggi.

È estremamente raro che un oggetto che normalmente orbita in un’orbita così distante raggiunga il sistema solare interno, quindi questa visita imminente sarà un’opportunità eccezionale per gli astronomi di studiare l’aspetto di una roccia spaziale come l’UN271 del 2014 senza dover lanciare un sonda spaziale e aspettare anni…

Molti ricercatori si sono interessati a questo misterioso oggetto e ora fanno varie previsioni sul suo imminente avvicinamento al Sole.

La nube di Oort è un’ipotetica regione sferica del sistema solare che è la fonte di comete di lungo periodo. Strumentalmente, l’esistenza della nuvola di Oort non è stata confermata, tuttavia molti fatti indiretti indicano la sua esistenza.

Ora UN271 2014 si trova a una distanza di 22 unità astronomiche dal Sole (1 AU – la distanza dalla Terra al Sole). Si prevede che nel 2031 l’oggetto volerà a una distanza di 10,9 AU dalla nostra stella, raggiungendo leggermente l’orbita di Saturno.

La probabilità che questa cosa si scontri con noi è molto, molto piccola, ma comete così enormi non volano compatte, sono in realtà un’intera nuvola composta da rocce con un diametro di centinaia di metri e persino chilometri. C’è sempre la possibilità che qualcosa possa cadere su di noi fino al 2031, anche se, piuttosto, gli astronomi stanno semplicemente preparando gradualmente il pubblico al fatto che qualcosa cadrà sulle nostre teste non nel 2031, ma molto prima.

Riferimenti soulask.com

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.