SaNakht: Il misterioso “faraone gigante” dell’antico Egitto

L’antico Egitto ha molti misteri ma poche persone conoscono quelli legati a uno dei faraoni più enigmatici della Terza dinastia: Sanakht, il faraone gigante.

L’analisi dei resti di Sa-Nakht rivela che era alto 1,90 metri.

Quello che si sa su questo faraone è che ha governato durante il 2.650 aC. come successore di Khasekhem ed  è stato sul trono per 18 anni… per il resto, si sa solo che ha sposato degli Iniziati.

La scoperta della sua tomba è stata una sorpresa per gli archeologi che nel 1901, nelle vicinanze di Beit Khallaf, trovarono una serie di tombe appartenenti alla Terza Dinastia.

In quella occasione, una delle tombe è stata quella che ha attirato l’attenzione in quanto le sue dimensioni erano maggiori alle altre e di tutte quelle trovate in tempi antichi. Questa era la tomba di SaNakht.

Il faraone gigante

SaNakht, secondo gli studi, era alta circa 1,90 metri e, sebbene attualmente non sia una statura sorprendente, per l’epoca era un gigante.

La scoperta di un uomo di quella statura è stata unica per millenni e ciò ha portato a uno studio accurato.

Ci sono alcune incongruenze con il ritrovamento del faraone gigante. Il primo è il luogo in cui è stata trovata la tomba perchè la sua tomba sarebbe dovuto essere situata ad Abu Roash.

Un’altra delle incongruenze relative a SaNakht deriva dalla sua stessa taglia. In generale, l’altezza media dell’antico Egitto era di circa 1,60 metri a causa delle abitudini alimentari.

Le ossa trovate erano estremamente lunghe. Da quel momento nacque il fascino scientifico e antropometrico per il faraone gigante.

Ogni parte trovata è stata studiata e in particolare le misurazioni craniche. Quando i dati esistenti sull’anatomia degli antichi egizi furono confrontati con quelli di Sa-Nakht, scoprirono che le loro dimensioni erano anormalmente grandi.

Le sue dimensioni erano totalmente fuori dalla media egiziana. Era troppo alto.

Ulteriori test hanno rivelato una sospetta anomalia nella regione della mascella. Ciò ha portato gli esperti a presumere che soffrisse di acromegalia.

L’acromegalia è una patologia che fa sì che la ghiandola pituitaria generi più ormone somatropina del necessario, provocando una crescita sproporzionata del corpo.

Questa patologia si manifesta soprattutto su viso, testa ed estremità e può anche generare difetti negli organi.

Il faraone gigante potrebbe essere un discendente dei nefilim.

Tuttavia, nel caso di Sanakht, ad eccezione dell’ “anomalia” nella sua mascella, il resto del suo corpo corrispondeva perfettamente alla lunghezza dei suoi arti e quindi il suo corpo era proporzionato.

SaNakht Discendente dei Nefilim?

Non trovarono nessuna registrazione o menzione di malformazioni riguardo l infanzia e l età adulta di SaNakht e questo complicava ulteriormente le cose per gli scienziati.

Ma le indagini sulle spoglie del sovrano continuano e a breve, infatti, si effettuerà un’analisi della genetica di questo personaggio. Ciò confermerebbe una volta per tutte se soffriva di acromegalia o se era di dimensioni “di origine naturale”.

Anche se gli esperti hanno già affermato che il test sarà “molto complicato” perché hanno bisogno di DNA in perfette condizioni per eseguire l’analisi genetica.

Un altro gruppo di archeologi e storici ha suggerito ipotesi alternative che non sono molto popolari nell’archeologia tradizionale.

Per esempio, è possibile che SaNakht sia correlato agli antichi Nefilim menzionati nella Bibbia e nei testi apocrifi che la Chiesa cristiana non accetta come canonici.

Uno di questi testi antichi è il Libro di Enoc, che ci mostra una visione completamente diversa degli angeli, degli angeli caduti e dei giganti.

Il testo racconta la caduta dei “Vigilanti”, un gruppo di angeli che si sono imparentati con le donne umane e hanno dato alla luce i Nephilim.

Questi giganti hanno diffuso il terrore durante la loro esistenza e sono stati eliminati durante il diluvio universale. Però, sono stati trovati testi in diverse culture antiche che menzionano la sopravvivenza di alcuni.

SaNakht potrebbe essere collegato a questi antichi esseri? Con la possibilità che un discendente di un Egitto governato dai Nefilim non rientri bene nella religione o nell’archeologia tradizionale, è molto probabile che la verità venga tenuta nascosta.

Riferimenti Ufoalieni.it

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.