La Stazione Spaziale Internazionale cattura “un grande UFO” vicino alla Terra

Il 1 aprile, la trasmissione in diretta dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha registrato una brillante anomalia sferica che sembrava sorgere dall’orizzonte.

A poco a poco prende la forma di un grande oggetto delle dimensioni di un pianeta, diventando più luminoso fino a svanire lentamente, scomparendo come se non fosse mai esistito.

Sebbene l’anomalia sembri essere dietro l’orizzonte, è in realtà il movimento della Terra che la fa apparire dal nulla.

Questo avvistamento ha provocato reazioni di ogni tipo tra gli esperti del settore, i quali affermano che senza dubbio si tratta di una nave madre di origine extraterrestre vicina al nostro pianeta.

Alcuni scettici considerano la brillante anomalia nella trasmissione dal vivo della ISS semplicemente il tramonto, l’alba o la Luna.

Anche se questa teoria non spiegherebbe il motivo per cui non sono state registrate altre emissioni dalla ISS, bisogna anche dire che questa non è la prima volta che la stazione spaziale registra uno strano avvistamento.

Forse questa nuova anomalia ha una spiegazione logica e razionale, ma non dobbiamo sorprenderci del fatto che la sua origine potrebbe provenire da altri mondi.

Recentemente, Avi Loeb , direttore del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Harvard, ha esposto nel suo nuovo libro intitolato ‘Extraterrestrial: The First Sign of Intelligent Life Beyond Earth’, una prova convincente del motivo per cui ‘Oumuamua, l’oggetto a forma di sigaro che è passato vicino alla Terra a una velocità incredibile, siano in realtà resti di una tecnologia aliena.

Diverse proprietà insolite sull’oggetto enigmatico hanno aiutato il professor Loeb a raggiungere questa conclusione. Come prima cosa le dimensioni di Oumuamua

Gli astronomi hanno osservato il modo in cui l’oggetto rifletteva la luce solare. La sua luminosità variava dieci volte ogni otto ore, suggerendo che era il tempo necessario per completare una rotazione completa.

Gli scienziati hanno concluso che l’oggetto era almeno da cinque a dieci volte più lungo di quanto fosse largo, qualcosa come la forma di un sigaro.

Nessun corpo spaziale naturale osservato ad oggi assomiglia ad Oumuamua.

Detto questo, non possiamo escludere la possibilità che l’anomalia registrata dalla Stazione Spaziale Internazionale sia una sonda spaziale extraterrestre che monitora la nostra attività. Cosa ne pensi?

Riferimenti UFO-spain.es

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.