Il momento della migrazione non è ancora arrivato, Ma i bufali hanno iniziato a lasciare attivamente Yellowstone

Mary Greeley ha pubblicato un video in cui parla di come enormi mandrie di bufali hanno iniziato a lasciare Yellowstone. Allo stesso tempo, gli animali sono partiti in una direzione sconosciuta, sebbene il momento della migrazione non sia ancora arrivato.

Morgan Jacobsen ha detto che già la scorsa settimana c’erano circa 250 bisonti che stavano per lasciare il parco. Piccoli gruppi di animali sono stati trovati anche fuori Yellowstone.

La fonte della notizia è il quotidiano locale Bozeman Daily Chronicle, stampato dall’Associated Press . Il Bozeman Daily Chronicle scrive quanto segue:

La presenza di bisonti al di fuori del Parco nazionale di Yellowstone è rimasta bassa nelle ultime settimane della stagione di caccia ai bisonti nel Montana, ma la migrazione annuale delle mandrie e l’attività di caccia sono aumentate di recente.

Morgan Jacobsen, portavoce di Montana Fish, Wildlife and Parks, ha detto al Bozeman Daily Chronicle che i gestori della fauna selvatica hanno visto alcuni dei bisonti lasciare il parco giovedì. Secondo lui, i cacciatori di allevamento di recente hanno catturato due bisonti: un toro e una mucca.

La scorsa settimana, i funzionari del parco hanno osservato circa 250 animali riunirsi intorno all’Arco di Roosevelt ai margini del parco vicino a Gardiner, ha detto Jacobsen. Un gruppo di animali è stato visto anche fuori dal parco.

Negli ultimi sette giorni sono stati avvistati anche diversi bisonti europei a ovest del parco.

La Buffalo Field Campaign, un gruppo di conservazione che sostiene la fine dell’abbattimento annuale dei bisonti, monitora regolarmente il movimento dei bisonti. Il gruppo ha detto giovedì che almeno tre bisonti sono stati catturati dai cacciatori nel fine settimana e altri cinque sono stati uccisi a Beatty Gulch mercoledì.

“Tuttavia, la maggior parte dei bufali ha schivato i proiettili ed è sopravvissuta”, ha scritto il gruppo.

Circa 350-370 bisonti sono stati avvistati tra Mammoth Hot Springs e il confine settentrionale di Yellowstone, e circa 70 bisonti sono stati avvistati fuori dal parco martedì, secondo Tim Reed, coordinatore del programma per i bisonti a Yellowstone.

I bufali tendono a migrare fuori dal parco in caso di maltempo, ha detto, ma i frequenti cambiamenti ciclici delle temperature basse e alte quest’anno ritardano la loro migrazione.

Ogni inverno, i bisonti di Yellowstone migrano verso le quote più basse fuori dal parco in cerca di cibo. Una volta che lasciano i confini del parco, possono essere uccisi dai cacciatori o intrappolati nel sito di cattura di Stevens Creek vicino a Gardiner. I bisonti intrappolati nella struttura sono inclusi nel programma di quarantena della brucellosi di Yellowstone o vengono macellati.

Tom MacDonald, responsabile della fauna selvatica per le tribù confederate Salish e Kutenai, ha detto che i membri della tribù hanno pescato sei bisonti nell’area di West Yellowstone questo inverno. La maggior parte di loro erano tori. La stagione di caccia CSKT si è conclusa a gennaio.

I modelli di migrazione dei bisonti stanno cambiando lentamente nel tempo, ha detto MacDonald.

Questi cambiamenti sono stati probabilmente causati dal cambiamento climatico, dall’impatto degli incendi boschivi sugli habitat interni del parco e dalle dinamiche mutevoli tra le due mandrie del parco.

Il parco ospita circa 5.000 bisonti e non si possono cacciare lì. C’è un periodo di caccia speciale – dal 15 novembre al 15 febbraio, quando i bufali arrivano nel Montana e in altri stati confinanti con il parco. Ma quest’inverno qualcosa è cambiato: il bisonte è fuggito dal parco a metà febbraio e in numero inaspettatamente elevato.

In genere, il bisonte inizia a migrare solo se il tempo è abbastanza brutto. Ma a causa del fatto che quest’anno c’è un brusco cambiamento nel tempo e nella temperatura, la migrazione è leggermente ritardata. Gli animali escono dal parco per procurarsi da mangiare.

Quest’anno è successo qualcosa e il bisonte ha iniziato a correre in gran numero molto prima del solito.

Forse gli animali hanno il presentimento di qualcosa e stanno cercando di nascondersi dal pericolo. Alcuni esperti suggeriscono che l’inverno potrebbe essere troppo freddo. Altri iniziano a parlare della possibile eruzione di Yellowstone e che gli animali sono più intelligenti delle persone, quindi stanno cercando di sfuggire al disastro.

Riferimenti soulask.com

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.