Un antico libro segreto menziona l’autodistruzione della civiltà: tutto accade secondo quanto è stato scritto

Questo libro misterioso è stato menzionato per la prima volta dal filosofo greco Apollonio di Tiana nel I secolo dC Nei suoi scritti, è menzionato che mentre viaggiava attraverso l’India, in uno dei templi, dovette familiarizzare con il libro unico “Jiang’s stanzas”. Questo ha cambiato la visione del mondo del filosofo. Dopo averlo letto avrebbe acquisito conoscenze e abilità esoteriche, compreso i processi segreti di tutto ciò che accade sulla Terra.

Tuttavia, il filosofo morì poco dopo essere tornato in patria in circostanze misteriose, non avendo tempo per condividere le sue conoscenze. Si ritiene che questo destino colpisca tutti coloro che leggono questo libro. Perché la conoscenza stabilita in essa non deve essere conosciuta da persone che non sono iniziate.

Ma il libro appare periodicamente nella storia. Si ritiene che molte delle sue copie vaghino per i templi dell’India, mentre l’originale è conservato in Tibet, nelle mani di una società segreta.

Di cosa parla questo libro? Perché i potenti del mondo lo stanno cercando?

Il libro descrive la tecnologia per portare la civiltà umana all’autodistruzione. E come, almeno una volta, l’umanità si sarebbe già autodistrutta secondo questo schema. E ora si sta muovendo di nuovo in quella direzione a passi da gigante.

Due forze combattono per il libro: alcune vogliono mettere in atto il meccanismo con tutte le loro forze, mentre altre, al contrario, vogliono rallentare il processo di distruzione. Il libro cadde nelle mani di entrambe le parti a tempo debito.

Helena Blavatsky ha giocato un ruolo significativo nel fatto che, in generale, il contenuto del libro è trapelato da bramini indiani, che per molto tempo sono stati monopolisti della conoscenza segreta delle “Stanze di Jiang”. Ma era solo una pedina in un grande gioco.

Un certo Kut Humi Lan Sing l’ha rese una discepola dei mahatma. Blavatsky riuscì finalmente a guadagnarsi la loro fiducia e le affidarono il libro, dandole una copia per studio. Blavatsky presumibilmente lo ha portato a Londra, dove lo ha tradotto in inglese. Ma il libro è stato rubato dalla cassaforte dove lo teneva. Eppure, c’è un’opinione che la copia rubata sia stata portata in Russia e che sia caduta nelle mani di Stalin.

Lui, guidato da quanto scritto, poteva neutralizzare le forze che innescano il meccanismo di distruzione dell’umanità. Conosceva la sua strategia e anticipava le sue azioni.

Helena Blavatsky, rendendosi conto di essere solo una messaggera o traduttrice, ne ha comunque beneficiato, riflettendo le idee del libro nella sua “Dottrina Segreta”.

Qual è l’idea alla base del libro? Le persone che affermano di avervi avuto accesso dicono che l’umanità è spinta a portare i valori materiali al di sopra di tutto. Per educare una generazione di materialisti senz’anima. Distruggi la natura. Cambia il genoma umano. Costruisci biorobot. La vita sul pianeta sarà ridotta a diverse città torre d’élite che saranno servite dai biorobot.

Come avete capito, questa è solo una teoria basata su alcuni fatti, ma è impossibile sapere se corrispobde a verità . E voi cosa ne pensate? Esissterà veramente questo libro?

Riferimenti soulask.com

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.