Astronauta assicura che troveremo vita extraterrestre su Marte (Video)

Marte è uno dei mondi più simili alla Terra del sistema solare. La scoperta di un lago sotto la calotta glaciale del Polo Sud e il metano nella sua atmosfera lo rendono un candidato molto interessante per la vita.

Se Marte è riuscito a trattenere alcune riserve d’acqua sotto la sua superficie, non è impossibile che la vita esista ancora. E sempre più scienziati concordano con questa possibilità, come il cosmonauta russo Oleg Artemiev.

In un’intervista all’agenzia Sputnik News , l’astronauta lettone dell’Agenzia spaziale federale russa Oleg Artemiev ha spiegato perché crede che gli umani troveranno su Marte forme di vita simili a quelle sulla Terra.

Artemiev è un astronauta esperto: ha trascorso 356 giorni nello spazio come ingegnere di volo nelle Spedizioni 39 e 40 alla Stazione Spaziale Internazionale (comprese tre passeggiate spaziali) ed è stato il comandante della Soyuz MS-08.

Sebbene Artemiev non abbia avuto incontri con alieni nello spazio o sulla Terra, o almeno questo è quello che dice, è convinto che le sue controparti lo faranno quando arriveranno su Marte.

“Penso che in realtà ci sia già vita su Marte, e probabilmente l’abbiamo introdotta”, ha detto Artémiev.

L’astronauta Roscosmos afferma che è impossibile impedire che qualsiasi veicolo spaziale, non importa quanto bene siano stati disinfettati sulla Terra, possa trasportare microrganismi sul pianeta rosso e che in questo momento si stanno già evolvendo.

Nel 1971, l’Unione Sovietica divenne la prima potenza a depositare Mars 3, un veicolo di esplorazione controllato a distanza, sulla superficie di Marte.

Ma gli Stati Uniti sono andati oltre e hanno messo un rover sul pianeta dagli anni ’90, diffondendo sicuramente dei microbi.

“Quei rover, quelle stazioni che hanno raggiunto Marte , non importa come li elaboriamo, come li puliamo o come passano la quarantena, anche così, hanno portato con sé i microrganismi più semplici”, ha detto il cosmonauta.

Le missioni della Stazione Spaziale Internazionale hanno dimostrato che microbi e tardigradi possono sopravvivere e prosperare nello spazio.

Ciò che Artemiev intende è che quando gli umani arriveranno su Marte, incontreranno creature simili a quelle sulla Terra, anche se con alcune differenze dovute alle condizioni del pianeta rosso.

“Sebbene le condizioni su Marte non siano come quelle terrestri, questi microrganismi sono sicuramente sopravvissuti e stanno iniziando ad evolversi”.

“Pertanto, quando l’uomo si recherà su Marte, probabilmente troverà la vita molto simile a quella sulla Terra, ma già più adattata alle condizioni di Marte”, conclude Artemiev.

L’astronauta parla di panspermia, il trasferimento di organismi nello spazio per mezzo delle rocce. Questa teoria può sembrare un enigma, ma il meccanismo è abbastanza semplice.

Durante l’impatto di un asteroide o di una cometa con la superficie di un pianeta, la pressione è così grande che il materiale che forma il cratere da impatto viene espulso a una velocità che raggiunge la velocità di fuga, che consente a pezzi di roccia di fuoriuscire. della soglia di confinamento dell’atmosfera.

Sebbene gran parte dell’area colpita subisca temperature abbastanza elevate da distruggere facilmente la maggior parte della vita, una frazione significativa della roccia può subire le temperature e le pressioni più basse necessarie per consentire agli amminoacidi e agli organismi microscopici di sopravvivere .

Una volta che la nostra roccia raggiunge la fine del suo viaggio e si immerge nell’atmosfera di un altro pianeta, gli organismi all’interno possono sopravvivere, purché la roccia sia abbastanza grande da offrire la necessaria protezione termica.

È in questo modo che si ritiene che il viaggio interplanetario dei microrganismi avvenga nel corso di miliardi di anni. Sono una specie di astronavi geologiche.

E in quel momento inizia l’evoluzione della nuova vita. Nel caso dei viaggi spaziali non sarebbe una roccia, ma piuttosto attraverso rover.

Ma lasciando da parte la teoria di Artemiev, siamo di fronte a nuove notizie sulla scoperta della vita extraterrestre, il che ci fa pensare che molto presto avremo qualche “rivelazione” di qualche tipo.

Riferimenti UFO-Spain

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.