300 documenti segreti sequestrati dopo la morte di Nikola Tesla ora scaricabili gratuitamente

Più di 300 documenti segreti sequestrati dal governo degli Stati Uniti dopo la morte di Nikola Tesla sono ora disponibili per il download gratuitamente.

I documenti confiscati dall’FBI dopo la morte di Nikola Telsa sono rimasti a lungo un segreto custodito dal governo degli Stati Uniti.

Tesla ha avuto l’idea della corrente alternata e del motore AC che usiamo ancora oggi, e si può dire che sia forse uno degli scienziati più disprezzati che siano mai vissuti sulla Terra.

Come abbiamo detto in articoli precedenti, più del 90 percento delle sue invenzioni vengono utilizzate continuamente al giorno d’ oggi o sono parti di altri prodotti finali che sono stati sviluppati nel passato da Tesla.

Il lotto di documenti, disponibile grazie al Freedom of Information Act, rivela l’interesse del governo per la cosiddetta arma del raggio della morte inventata da Nikola Tesla. I documenti rivelano anche che Nikola Tesla non morì il 7 gennaio 1943, come si credeva in precedenza, ma l’8 gennaio 1943.

I documenti disponibili sul sito web dell’FBI rivelano una grande quantità di informazioni precedentemente sconosciute, che sono state tenute segrete per oltre 75 anni dopo che il Federal Bureau of Investigation ha confiscato circa due camion di documenti Nikola Tesla.

“Sabato sera, 9 gennaio, Gorsuch e Fitzgerald di Alien Property Control sono andati in hotel e hanno confiscato tutta la proprietà di Tesla, che consiste di circa due camion carichi di materiale, hanno sigillato tutti gli oggetti e li hanno trasferiti a Manhattan Storage and Warehouse CO. New York, dove sono adesso. “

I documenti rivelano il grande interesse del governo per le invenzioni armate di Telsa, come il raggio della morte, un dispositivo che le teorie del complotto affermavano esistere da decenni, ma che è stato tenuto segreto.

Dopo la morte di Tesla, il governo degli Stati Uniti si precipitò a impossessarsi dei suoi documenti e delle sue invenzioni per timore che l’opera del geniale inventore cadesse nelle mani dei nemici degli Stati Uniti, che potevano avvalersi di queste invenzioni e ottenere un vantaggio nelle guerre.

Tra la moltitudine di documenti, progetti e invenzioni, è interessante il ritovamento di una lettera indirizzata a J. Edgar Hoover, che è stato il primo direttore dell’FBI. Viene evidenziata l’importanza di un articolo in cui Tesla parla dell’arma a raggi mortali e della sua  “importanza cruciale” per la guerra futura, e di come il paese che entri in possesso di un’arma del genere avrebbe un enorme vantaggio sui suoi nemici.

Data la natura di tale arma, Tesla rimase costantemente sotto  “protezione”  da possibili spie nemiche che potrebbero avere un grande interesse nell’ottenere  “il segreto di un così prezioso strumento di guerra e difesa”.

I documenti pubblicati dall’FBI menzionano anche come Nikola Tesla avesse sviluppato, oltre al Raggio della Morte, un siluro futuristico che nessun’altra nazione sulla Terra possedeva in quel momento.

I documenti che sono stati ora declassificati sono ora disponibili al pubblico e possono essere scaricati  qui . Qual è la tua opinione a riguardo? Lascia il tuo commento qui sotto.

Riferimenti soulask.com

 

One Response

  1. NERI CHIMETTO Ottobre 13, 2020

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.