Iperborea: Un’antica razza aliena “presente” sulla Terra (video)

I nomi di Iperborea e Iperborei derivano dal greco antico e significano “oltre il vento del nord – o il Polo Nord-” ..

In questo favoloso regno dell’eterna primavera il Sole splendeva 24 ore al giorno, ma era praticamente impossibile arrivarci, perché questa regione era protetta da enormi pareti di ghiaccio trasparente.

E non era nemmeno accessibile con i mezzi di trasporto convenzionali, poiché questo enigmatico “paradiso” era custodito da potenti razze di semidei chiamati Iperborei.

Questa civiltà è stata descritta in molte culture come esseri molto alti, con occhi azzurri, pelle bianchissima e capelli biondi.  Una società molto ben sviluppata e organizzata.

Uno dei suoi tanti talenti è l’arte, oltre che la scienza. I suoi abitanti vivono in uno stato di permanente luce e amore, infatti è una razza che vive da sempre libera dalla guerra.

Il suo concetto di lavoro è impareggiabile. La sua genetica non conosce la vecchiaia o la malattia. Sono esseri altamente psichici.

Un’altra parte della storia greca collega gli Iperborei con la fondazione di diversi importanti santuari religiosi nell’antica Grecia, e in questi scritti si dice anche che il pianeta sarebbe stato collegato da tunnel nel suo interno.

Diverse culture in tutto il mondo concordano nei loro antichi scritti sul fatto che tutta l’umanità ha la sua origine da Iperborea.

Questa antica razza ha la stessa origine dell’Atlantideo e del Lemuriano, cioè di origine extraterrestre. Oggi una parte di questa civiltà rimane nascosta all’interno del pianeta.

Gli scienziati hanno confermato che ci sono aperture ai poli e che servirebbero come ingressi a un mondo nascosto avanzato e, tenendo conto di questa teoria, l’antica leggenda greca avrebbe senso.

Alcuni ricercatori affermano che gli Iperborei vissero insieme per un certo tempo con altre razze come gli Atlantidei e i Lemuriani, la loro relazione più intensa è stata con gli Atlantidei ed essendo alleati scambiarono parte della loro scienza e astronomia.

Iperborea non è una leggenda, esiste ancora

In primo luogo, va ricordato che questa regione così come i due continenti “perduti” non hanno cessato di esistere poiché i loro edifici si trovano in fondo agli oceani, come è stato recentemente dimostrato.

E si ipotizza già che a un certo punto della storia dell’umanità questi continenti possano riemergere in superficie.

D’altra parte, non tutti gli Iperborei sono scomparsi nella grande catastrofe, una parte della loro società è stata messa in salvo dall’imminente distruzione della loro civiltà.

Ciò è avvenuto prima che i due continenti – Lemuria e Atlantide – e la regione iperborea venissero inghiottiti dalle acque da un cambiamento nella posizione dell’asse terrestre.

Per un po’ hanno preparato la loro migrazione verso l’interno del pianeta, uno di quei posti è Mount Shasta in California.

E un’altra parte di questi discendenti, nel corso del tempo, nel corso della nostra storia umana, è venuta in superficie e si è adattata a diverse parti del mondo migrando verso terre più meridionali.

E mescolandosi con altri gruppi etnici e abitanti di diverse regioni del pianeta, come l’Islanda e l’Europa, così come le terre himalayane o il continente americano, fornendo conoscenze in matematica, astronomia, ecc.

Un’antica tradizione tibetana dice che:

“L’Isola Bianca (Iperborea) è l’unico luogo sfuggito al destino generale di tutti i continenti dopo la catastrofe. Non può essere distrutto dall’acqua o dal fuoco, poiché è la Terra Eterna ”.

Riferimenti UFO-Spain

 

One Response

  1. Roberto Settembre 29, 2020

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.