Hack The Matrix
Archeologia Misteriosa

L’antica città di Teotihuacán fu abbandonata dopo l’esplosione di una centrale elettromagnetica?

Nella città pre-azteca di Teotihuacán, gli archeologi hanno trovato un fiume di mercurio liquido e minerali di mica e pirite. I teorici degli antichi astronauti sospettano che questo non facesse semplicemente parte di un rituale. Invece, pensano che questi elementi fossero presenti come parte di una tecnologia avanzata che dobbiamo ancora capire. I tunnel e le strutture elaborate facevano davvero parte di alcune centrali elettromagnetiche che attingevano alle energie naturali del pianeta?

Un grande incendio

Sebbene la misteriosa città di Teotihuacán prosperasse ed era abitata da 200.000 persone, crollò divorata da gigantesco incendio che ha lasciato segni di bruciatura in ampie aree del sito. I teorici degli antichi nastronauti pensano che l’ipotetica centrale elettrica abbia causato l’esplosione. Gli incendi coprono una vasta area della città.

Gli archeologi tradizionali, tuttavia, credono che gli incendi siano stati deliberatamente provocati durante una rivolta popolare. I poveri insorsero contro l’élite della città, portando alla caduta di Teotihuacán fino a quando gli Aztechi la trovarono abbandonata molti anni più tardi.

Prima dell’esplosione o dell’insurrezione, se preferite, la città fiorì tra il 100 a.C. e il 650 d.C. Tuttavia, dobbiamo notare che la loro cultura era brutale. Molte persone e animali furono sacrificati nei rituali. Resti di persone decapitate, così come lupi, giaguari, puma, serpenti a sonagli e aquile, sono stati scoperti sotto il Tempio della Luna nel 2004.

Una città allineata con le stelle

La città presenta due enormi strutture, la più imponente è la Piramide del Sole alta 213 piedi, la terza piramide più grande del mondo. Poi il Tempio della Luna, alto 147 piedi e il Tempio di Quetzalcoatl, il serpente piumato, e una grande arteria, la Avenue of the Dead.

La struttura della città, che copre oltre 20 chilometri quadrati, è attentamente pianificata e gli studiosi hanno notato che è strettamente allineata con i corpi celesti.

Secondo l’ Enciclopedia di storia antica:

“Il posizionamento di templi e piramidi in allineamento con il sole nel solstizio di giugno e nelle Pleiadi suggerisce che le date del calendario erano importanti nei rituali e la presenza di offerte sepolte e vittime sacrificali illustra la credenza nella necessità di placare vari dei, specialmente quelli associati con clima e fertilità “.

Il layout di Teotihuacán tramite YouTube

Il posto è estremamente impressionante e ci si chiede come sia stato possibile costruirlo in tempi antichi:

Passaggi segreti

Nel 2003, un forte temporale ha aperto una dolina di tre piedi nel Tempio di Quetzalcoatl e da allora i ricercatori hanno scavato il sito. Hanno scoperto gli ingressi di un corridoio di 338 piedi sigillato con massi circa 2000 anni fa. Il tunnel era quasi 60 piedi sotto il tempio.

Nel 2009  sono stati utilizzati radar avanzati, scansione 3D, telecamere a infrarossi e persino robot telecomandati per condurre le esplorazioni.

Prima di ciò, gli archeologi hanno trovato un tunnel sotto il Tempio del Sole, saccheggiato prima che gli archeologi entrassero negli anni ’90.

Nonostante così tanti reperti, non sono state trovate tombe, quindi non è stata trovata nessuna prova di chi governasse la città. Non esiste nessuna prova di chi ha costruito questa città, e tutt’oggi il mistero rimane.

Tuttavia, gli archeologi hanno trovato un tesoro di oltre 100.000 e più manufatti, e questo era solo l’inizio. Alcuni reperti raffiguravano statue di giaguari, statue di giada scintillanti, scatole di ali di scarabeo, palline di gomma utilizzate in un antico gioco di palline, sfere di ambra, collane, gemelli scolpiti in pietra nera, ossa di orsi, uccelli e giaguari, e antichi vasetti di mais. Inoltre, Discovery ha descritto la piramide dicendo che è una struttura costruita su sei livelli decorata con creature simili a serpenti.

Mercurio liquido, sfere gialle e mica

Poi hanno trovato qualcosa di bizzarro: Mercurio e pirite incastonata a mano nel tunnel. Inoltre, centinaia di misteriose sfere gialle che vanno dai quattro ai 12 centimetri di diametro. Gli scienziati sono rimasti sconcertati su quale potrebbe essere il loro scopo.

L’archeologo capo Sergio Gómez ha reagito nell’articolo di Smithsonian .

“A cinquanta piedi di distanza, ci siamo fermati in un piccolo ingresso scavato nel muro. Non molto tempo prima, Gómez e i suoi colleghi avevano scoperto tracce di mercurio nel tunnel, che secondo Gómez serviva come rappresentazione simbolica dell’acqua, così come la pirite minerale, che era incastonata nella roccia a mano. Nella semioscurità, spiegò Gómez, i frammenti di pirite emettono un bagliore pulsante e metallico. Per dimostrarlo, svitò la lampadina più vicina. La pirite prese vita, come una galassia lontana. In quel momento era possibile immaginare cosa avrebbero potuto provare i progettisti del tunnel più di mille anni fa: a 40 piedi sottoterra, avevano replicato l’esperienza di stare in piedi tra le stelle. ”

Un fiume di mercurio

Gli archeologi tradizionali precisano che il mercurio e la pirite hanno “associazioni conosciute con il soprannaturale tra antichi mesoamericani”. Il mercurio è il primo superconduttore conosciuto, ma come facevano a saprlo nell’antichità?

La pirite, nota come “Fool’s Gold”, avrebbe dato ai tunnel un aspetto scintillante. Il minerale è anche usato per accendere fuochi creando scintille.

Sebbene Smithsonian sembrava minimizzare la scoperta del mercurio, il Guardian in seguito riferì nel 2017 che erano state trovate  grandi quantità di mercurio liquido. È stata la prima prima volta che la sostanza tossica è stata trovata in un antico sito in Messico e potrebbe essere stata utilizzata per creare un fiume sotterraneo argenteo. 

Gli archeologi dell’Università della California, Berkeley, affermano che la sostanza pericolosa è stata trovata anche in altri tre siti in America Centrale. Credono che la sola qualità luccicante sia stata la ragione per cui è stata usata, in quanto sembrava “un po ‘magica … quindi probabilmente veniva usata per rituali”..

“Nel 2014, gli  archeologi hanno trovato tre grandi camere alla fine del tunnel , quasi 20 metri sotto il tempio. L’eccitazione montò con una Scoperta l’anno successivo: la terra sembrava essere stata scolpita in eleganti paesaggi in miniatura raffiguranti montagne e valli, con gocce di mercurio deposte per simboleggiare sacri fiumi o laghi. “

Annabeth Headreck, professore all’Università di Denver, ha fatto un confronto con la mitologia greca:

“Le qualità luccicanti e riflessive del mercurio liquido potrebbero aver assomigliato a” un fiume sotterraneo, non così diverso dal fiume Styx “, ha detto Headrick,” se non altro nel concetto che è l’ingresso nel mondo soprannaturale e l’ingresso negli inferi. ”

Isolatori e superconduttori termici

Gli archeologi suggeriscono di aver riscaldato il cinabro, che veniva usato per un pigmento rosso sangue. Questo processo produce minerale di mercurio, ma come sappiamo, può essere mortale da gestire.

Oltre al mercurio e alla pirite, gli archeologi hanno trovato la mica , che spesso viene utilizzata nell’elettronica di oggi come isolante termico superiore.

Secondo Curiosmos:

“La maggior parte della mica di Teotihuacan fu trovata e rimossa dalla Piramide del Sole nel 1900. A causa del suo valore, è stata di conseguenza venduta. “

Secondo i siti sacri, c’era un sacco di mica, e copriva la Piramide del Sole:

“Ci sono molti misteri affascinanti sulla grande città e le sue piramidi. Una delle più interessanti riguarda la massiccia lastra di mica granulosa spessa un piede che  copriva l’intero livello superiore della Piramide del Sole. Rimossa e venduta a scopo di lucro da un restauratore di siti senza scrupoli nei primi anni del 1900, la mica era stata trasportata da tempo da una miniera a migliaia di miglia di distanza in Sud America. In che modo la grande quantità di mica era stata portata da una tale distanza e, altrettanto importante, per quale scopo la piramide era stata coperta con la pietra rara? Uno scienziato ha suggerito che la mica, essendo un conduttore di energia altamente efficiente, avrebbe potuto essere usata come parte di un dispositivo ricevente per radiazioni celesti. L’energia celeste in arrivo sarebbe stata catturata dall’enorme mole della piramide e dalla sua sacra costruzione geometrica, e focalizzata nella grotta simile a un serpente sotto la piramide. Questa energia, disponibile per l’uso umano in qualsiasi momento dell’anno, sarebbe stata concentrata in modo particolare in determinati periodi all’interno di cicli solari, lunari e stellari. Questi periodi specifici sono stati rilevati utilizzando dispositivi di osservazione astronomica che esistono in luoghi diversi intorno alla città allineata geomanticamente di Teotihuacan. “

Dopo aver visto questo spettacolo, non si può fare a meno di porsi ulteriori domande. Il mercurio faceva semplicemente parte di un rituale, scelto perché luccicava ed era bello da vedere? O faceva parte di una tecnologia antica? Se facesse semplicemente parte di un rituale, perché ce n’era così tanto? Perché i tunnel erano rivestiti di minerali, simile al modo in cui le piramidi d’Egitto hanno tunnel rivestiti di granito?

È sciocco pensare che questa gigantesca città sia stata costruita con l’aiuto di extraterrestri dotati di tecnologia avanzata? O è sciocco pensare che queste enormi strutture complesse siano state create da normali esseri umani che praticavano rituali con minerali lucenti ed elementi tossici?

Per il resto della storia guarda l’ intero episodio 7 sul canale History.

Immagini in primo piano: schermate tramite YouTube

Riferimenti

loading...

Related posts

L’INGRESSO AL ‘MONDO SOTTERRANEO’ E’ STATO SCOPERTO SOTTO LA PIRAMIDE MESSICANA DI TEOTIHUACAN

Deslok

Un segreto di 10 milioni di anni

Deslok

RESTI DI UNA CITTÀ ANTICA SCOPERTI NEL CENTRO DELL’OCEANO PACIFICO

Deslok