Gli scienziati hanno scoperto un continente perduto sepolto sotto l’Europa (Video)

Per secoli, l’uomo è stato affascinato dal continente perduto di Atlantide , ma una nuova scoperta da parte di geologi dimostra che un altro continente perduto si è nascosto sotto l’Europa per tutto questo tempo, aspettando solo di essere trovato.

Secondo Science , un supercontinente – di nome Greater Adria – è scivolato sotto il continente europeo milioni di anni fa:

“Gli unici resti visibili del continente … sono calcari e altre rocce trovate nelle catene montuose dell’Europa meridionale. Gli scienziati ritengono che queste rocce siano nate come sedimenti marini e successivamente siano state raschiate dalla superficie della massa terrestre e sollevate attraverso la collisione di placche tettoniche…”

L’antico continente Grande Adria come esisteva 140 milioni di anni fa, prima di scivolare sotto l’attuale Europa meridionale. Le aree verdi più scure raffigurano la terra sopra l’acqua e il verde più chiaro, la terra sotto (via Science , Douwe van Hinsbergen)Douwe van Hinsbergen, geologo all’Università di Utrecht nei Paesi Bassi, è l’autore principale dell’articolo sulla Greater Adria e afferma che il continente perduto ha avuto una storia incredibilmente complicata e persino violenta:

“Circa 140 milioni di anni fa, era una massa terrestre delle dimensioni della una Groenlandia, in gran parte sommersa in un mare tropicale, dove i sedimenti si raccoglievano e lentamente si trasformarono in roccia. Quando si scontrò con quella che oggi è l’Europa tra 100 milioni e 120 milioni di anni fa, si frantumò e fu spinto sotto quel continente. Solo una frazione delle rocce del Greater Adria, rimossa dalla collisione, è rimasta sulla superficie terrestre per essere scoperta dai geologi. “

Il Greater Adria faceva parte del supercontinente di Pangea che si staccò dall’Africa 20 milioni di anni dopo (Via Wikimedia Commons )

Alla ricerca della Grande Adria

Le fasi iniziali di prova dell’esistenza del Greater Adria furono un lavoro scrupoloso. È iniziato con lo studio degli orientamenti all’interno dei minerali magnetici formati da batteri nelle rocce che si allineano con il campo magnetico terrestre, spiega Ancient Origins :

“Quando questi batteri muoiono, i minerali magnetici residui lasciati nel sedimento alla fine si trasformano in roccia, bloccando gli orientamenti originali dei batteri. I ricercatori hanno invertito il progetto riportandoli indietro di centinaia di milioni di anni.”

In un certo senso, provare a mettere insieme le prove che dimostrano che Adria era reale in tempi antichi, è un po ‘come assemblare un puzzle a forma di globo con miliardi di pezzi, alcuni dei quali sono scomparsi nel corso di centinaia di milioni di anni:

“Il team di ricercatori ha lavorato come una squadra di restauratori antichi altamente qualificati che lavoravano su un vaso Ming rotto, prima raccogliendo i pezzi, per poi riunirli…”

“Sebbene la collisione tettonica avvenisse a una velocità non superiore ai 3-4 centimetri all’anno, l’inesorabile frantumazione distrusse la parte di crosta spessa 100 chilometri e la mandò in profondità all’interno del mantello terrestre.”

Invece di spostarsi semplicemente verso nord senza cambiare orientamento, lil Greater Adria ruotava in senso antiorario mentre si spingeva raschiando altre placche tettoniche (Via Science Direct )

Come risultato di ciò che accadde centinaia di milioni di anni fa, se dovessi stare sulle montagne adiacenti al Mare Adriatico oggi, cammineresti attraverso ciò che è rimasto di un continente che è andato sotto la massa terrestre europea e ora affiora sotto forma di geyser e vulcani, ed è l’unica prova visibile che Adria era una volta una massiccia massa terrestre che ora è scomparsa.

Riferimenti

 

 

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.