Hack The Matrix
News

Uno scienziato svedese suggerisce di “mangiare carne umana” per frenare il cambiamento climatico

loading...

Sia perchè stiano cercando un risveglio spirituale o solo un po ‘di carne per deliziare, i cannibali continuano ad essere presenti anche al giorno d’oggi. Tutti noi, o quasi, mangiamo la carne di animali, ma in alcune parti del mondo il cibo è completamente diverso. Il cannibalismo è ancora vivo oggi nonostante sia considerato repulsivo dalla stragrande maggioranza delle società. Tuttavia, ci sono luoghi in cui il consumo di carne umana è radicato nella tradizione e nella cultura.

Le persone ricorrono al cannibalismo per diversi motivi, che vanno dalle cerimonie religiose a un bisogno estremo e disperato. Legale o no, la pratica continua, come ad ovest della Nuova Guinea lungo il fiume Ndeiram Kabur, dove vive una tribù chiamata Korowai. I membri di questa tribù attendono che uno stregone uccida un membro del gruppo ed è loro dovere consumare il cadavere del morto per vendicare la morte. Ma forse questa pratica dovrebbe iniziare ad espandersi in tutto il mondo. O almeno questo è ciò che pensa uno scienziato svedese, che ha appena suggerito a un vertice di Stoccolma di mangiare carne umana per frenare il cambiamento.

Salvare il pianeta

Nel film distopico del 1973 Soylent Green , il mondo è così sovraffollato che i corpi vengono venduti come cibo. Ma il ricercatore svedese Magnus Söderlund ritiene che questa potrebbe essere una soluzione ai cambiamenti climatici e afferma che dovremmo “svegliare l’idea” di mangiare carne umana in futuro.

In un vertice per il cibo del futuro chiamato Gastro Summit, il professor Söderlund ha parlato durante un discorso intitolato “Riesci a immaginare di mangiare carne umana? “Su come i tabù ” conservatori “ contro il cannibalismo dovrebbero essere sradicati. Come riportato dal quotidiano internazionale La Gran Época , il professore svedese suggerisce che l’avversione delle persone nei confronti della carne umana potrebbe essere gradualmente superata , a cominciare da persone che semplicemente ci provano.

I punti di discussione del seminario includevano: “Siamo umani troppo egoisti per vivere in modo sostenibile? Il cannibalismo è la soluzione per la sostenibilità alimentare in futuro? Generation Z ha le risposte alle nostre sfide alimentari? I consumatori possono essere indotti a prendere le giuste decisioni? “

Quando è stato intervistato dopo il suo discorso, i giornalisti gli hanno chiesto se avrebbe mangiato un carne umana.

“Mi sento un po ‘titubante, ma non sono troppo conservatore”, ha detto Söderlund. “Devo dire che almeno sarei aperto a provarci.”

Altri suggerimenti alimentari includevano il consumo di animali domestici e insetti , ma il cannibalismo era l’obiettivo principale del seminario. Il cannibalismo si verifica in molte specie ed è stato parte della cultura umana per migliaia di anni. A volte, il cannibalismo veniva usato dai grandi guerrieri per acquisire la forza dei loro nemici. In altre tribù, il consumo di carne umana aveva un significato più rituale.

In tempi disperati, le persone hanno fatto ricorso al cannibalismo per sopravvivere. Ad esempio, ci sono notizie di cannibalismo durante la carestia della Corea del Nord nel 2013, l’assedio di Leningrado nei primi anni ’40 e nella guerra civile cinese degli anni ’50 e ’60. In Europa, dal XIV secolo al All’inizio del XVIII secolo, parti del corpo umano furono vendute e acquistate come medicinali, in particolare ossa, sangue e grasso. Perfino sacerdoti e reali consumavano abitualmente i prodotti del corpo umano con l’obiettivo di evitare mal di testa, epilessia, sangue dal naso alla gotta.

E anche se sembra “sbagliato”, la buona notizia è che mangiare carne umana cotta non è più pericoloso di mangiare carne cotta di altri animali . Lo stesso vale per la maggior parte del corpo umano. Le implicazioni per la salute sono simili a quelle del consumo di qualsiasi onnivoro di grandi dimensioni. Tuttavia, esiste un organo che dovrebbe essere evitato a tutti i costi: il cervello. La tribù della Papua Nuova Guinea, fino a tempi relativamente recenti, praticava il cannibalismo, mangiando parenti defunti. È questo gruppo isolato che ha dimostrato i gravi problemi legati all’alimentazione del cervello di un altro essere umano.

I Fore sono l’unica popolazione conosciuta sulla terra che ha avuto un’epidemia di kuru e, nel 1950, è stata la principale causa di morte nelle donne. Kuru è un’encefalopatia spongiforme trasmissibile, fatale.

Quello che sappiamo è che mangiare carne umana non è necessariamente dannoso, ma ciò che ci differenzia da alcuni “animali” è che non mangiamo i nostri vicini. Ma tralasciando il cannibalismo, sembra che la comunità scientifica stia lavorando ” molto seriamente” per fermare il cambiamento climatico. Alcuni vogliono che mangiamo carne umana e altri hanno deciso di coprire “il nostro sole”per fermare il cambiamento climatico. È una buona cosa che gli scienziati si preoccupino così tanto di noi.

Saresti disposto a mangiare carne umana per piacere o per salvare il pianeta? Sentiti libero di commentare qui sotto.

Riferimenti

loading...

Related posts

GLI SCIENZIATI AVVERTONO DI UN GRANDE TERREMOTO IN CALIFORNIA

COMUNICAZIONE URGENTE

Di Maio spiazza tutti: “O si fa come dico io o si va al voto”