Hack The Matrix
Ufo e Misteri

Il principale astronomo di Harvard assicura che le navi extraterrestri sono già qui (Video)

loading...

Nell’ottobre del 2017, un oggetto a forma di sigaro passò vicino alla Terra ad una velocità incredibile, prima di essere gettato ai confini del sistema solare dalla forza gravitazionale del Sole. Questo oggetto simile a un asteroide si chiamava Oumuamua , che deriva dalla parola hawaiana  “messaggero” , è stato ampiamente studiato dalla comunità scientifica. Sembrava essere lungo diverse centinaia di metri, con un’altezza e una larghezza di circa un decimo. All’inizio si pensava che fossero i resti di una cometa, anche se in seguito gli scienziati hanno escluso questa possibilità.

E mentre la maggior parte degli astronomi supponeva che fosse semplicemente un asteroide ghiacciato, che proviene dallo spazio interstellare, altri suggerirono che la sua origine potesse essere extraterrestre. La sua strana struttura sembrava adeguata per i viaggi interstellari. Uno di quegli scienziati era Avi Loeb, direttore del dipartimento di astronomia di Harvard e uno dei consiglieri del progetto Breakthrough Listen, il quale sosteneva che più studiava l’oggetto, più erano le convinzioni che potesse essere una sonda artificiale inviata da una civiltà aliena . Ma ora il professor Loeb ha compiuto un ulteriore passo in avanti, sfidando la stessa comunità scientifica a dimostrare il contrario.

Gli alieni sono qui

A Avi Loeb non interessa la critica della sua ipotesi secondo cui Omuuamua potrebbe essere una sonda extraterrestre.

“Come è emerso chiaramente dalla reazione di alcuni scienziati alle mie pubblicazioni in materia, molti di loro hanno detto che le possibilità che si trattasse di una sonda aliena sono pari allo di zero” , Loeb ha scritto Reddit il 2 febbraio.

Loeb, professore di scienze e presidente del dipartimento di astronomia dell’Università di Harvard , ha suscitato scalpore quando, lo scorso novembre, lui e il suo collega Shmuel Bialy hanno pubblicato un articolo sulla prestigiosa rivista scientifica “The Astrophysical Journal” , in che hanno descritto la loro teoria di origine extraterrestre.

“Considerando un’origine artificiale, una possibilità è che ‘Oumuamua’ sia una candela luminosa, che galleggia nello spazio interstellare come una macerie di un’avanzata attrezzatura tecnologica”, ha scritto Loeb, aggiungendo che le prove suggeriscono che l’oggetto potrebbe essere un sonda completamente operativa inviata intenzionalmente al nostro sistema solare da una civiltà aliena.

Reazione nella comunità scientifica

Nel 2012, il professor Loeb è stato nominato uno degli scienziati più influenti dalla rivista Time . Ma dal momento che ha reso pubblica la sua teoria sulla natura extraterrestre di Oumuamua, ha dovuto affrontare la reazione dei suoi colleghi. Tuttavia, il professor Loeb crede che le prospettive di coloro che rifiutano di considerare la possibilità dell’origine extraterrestre del misterioso oggetto spaziale, si oppongono allo spirito della ricerca empirica.

“Per me, l’intera discussione su ‘Oumuamua è molto simile a una scena immaginaria in cui si vede una persona nella grotta che mostra un iPhone “, ha detto Loeb. “Questa persona dalla grotta lo guarderebbe e penserebbe che potrebbe essere una roccia. E poi lo mostrerebbe agli altri membri della sua tribù e la gente direbbe ancora: “No, è probabilmente una roccia, come osi dire diversamente? Come ti permetti di parlare di qualcosa che è diverso da una roccia? È qualcosa che ci è familiare. E così, per me, nemmeno mettere gli alieni sul tavolo per la discussione è un crimine! “

Il professor Loeb ha anche sostenuto in un articolo pubblicato sulla rivista Scientific American in gennaio che,  Oumuamua potrebbe essere un sorta di messaggio in una bottiglia di un’altra civiltà trascinata ai nostri confini del sistema solare. Gli esseri umani nel prossimo secolo svilupperanno probabilmente la capacità di inviare le nostre “bottiglie tecnologiche” ai bordi di altri sistemi planetari. Inoltre, ha suggerito che tale veicolo spaziale di esplorazione potrebbe trasportare robot dotati di stampanti 3D, che potrebbero utilizzare le materie prime che trovano in altri sistemi solari per realizzare oggetti artificiali basati su piani terrestri.

Tuttavia, il professor Loeb si rifiuta di ritirare le sue affermazioni e ora ha sfidato chiunque ha dimostrare il contrario.

“Molte persone speravano che, una volta finita “la pubblicità”, sarei tornato indietro ” , ha detto Loeb al Washington Post . “Se qualcuno mi mostra le prove contrarie, farò immediatamente un passo indietro. Cambia la tua percezione della realtà, solo sapendo che non siamo soli. Stiamo combattendo nei confini, nelle risorse. Ci farebbe sentire parte del pianeta Terra come una civiltà anziché singoli paesi che votano per la Brexit “.

Ma il capo astronomo di Harvard è andato oltre e ha aspramente criticato i suoi colleghi scienziati, dicendo che vogliono mantenere lo status quo. In realtà, è disposto a perseguire la sua intera carriera dimostrando che ci sono astronavi extraterrestri tra di noi, inclusa una vicino a Giove.

“L’approccio generale è che puoi prendere il caffè la mattina e aspettare quello che capiterà più tardi,” ha continuato Loeb. “È uno stile di vita stabile, ma per me assomiglia più allo stile di vita di un uomo d’affari che agli scienziati. La cosa peggiore che possa capitarmi è che non possa liberarmi dei miei compiti amministrativi per non avere tempo per concentrarmi sulla scienza. Tutti i titoli che ho, posso restituirli. Anzi, posso tornare a vivere in una fattoria. “

Sembra che la comunità scientifica voglia screditare chiunque offra teorie alternative sull’esistenza di una vita extraterrestre intelligente. Ma Loeb non è solo uno scienziato, è il direttore del dipartimento di astronomia ad Harvard, ed è stato considerato lo scienziato più influente dalla rivista Time. Ma qualcosa sta disturbando gli scienziati, tutto indica che vogliono nascondere a tutti i costi le rivelazioni o la possibilità che gli alieni siano tra noi . Sebbene ci sia anche la possibilità che controllino la nostra società, dai governi alle agenzie spaziali, e forse facciamo parte di una specie di “zoo umano”.

Condividete la teoria del professor Loeb? Gli alieni sono già a conoscenza di noi? Stanno controllando tutte le aree della nostra società?

Riferimenti

loading...

Related posts

Strana struttura simile a un castello appare in Antartide, la prova di una civiltà avanzata antica?

Corey Goode: “Sono stato contattato da un gruppo di extraterrestri di una dimensione più elevata..”

Lo spostamento del Sistema Solare verso il nuovo Anno Cosmico.

Inline
Inline