Hack The Matrix
Ufo e Misteri

Un pilota durante un volo si ritrova catapultato nell’Antica Roma (Video)

loading...

I viaggi del tempo sono possibili? La risposta è, sì. A prima vista, un’affermazione di tale calibro può sembrare fantasiosa se prendiamo in considerazione i nostri parametri di realtà…

Da sempre, a scuola, è stato spiegato che il “tempo” è lineare; vale a dire: ha passato, presente e futuro. Tuttavia, analizzando la testimonianza di molte persone che hanno subito anomalie nello spazio-tempo, si potrebbe dire che il tempo si comporta in modo incomprimibile per la nostra logica quotidiana: ” per nessun motivo apparente, interviene un vortice temporale, e ci potremmo trovare nel futuro o in momenti inaspettati nel passato”.

Questo, senza dubbio, è quello che si potrebbe pensare, cercando in casi come quello di un pilota, soprannominato Davies, che nel 1992 è decollato da un aeroporto privato a Chester, in Inghilterra, alla guida di un semplice Cessna. Il suo obiettivo era raggiungere l’aeroporto di Speke a Liverpool, ma qualcosa lo stava aspettando sul suo volo …

Tutti gli indicatori segnavano chiaramente i livelli dell’aereo. Il cielo, calmo. I suoni dell’aereo con i suoi toni unici e quel sonaglio unico quando si vola in un piccolo artefatto. Le nuvole all’orizzonte. Davies stava sorvolando l’area di Stamford Bridge in quel momento quando realizza che c’è qualcosa di strano.

Da quell’altezza guardando in basso doveva vedere le auto molto piccole dalle dimensioni di formiche che viaggiano sulle strade M53 e M56, ma rimase sorpreso: quelle strade erano scomparse. Non può essere. Forse, come pensano sempre i protagonisti di questi eventi, sono loro a sbagliare. Ma Davies controlla la sua segnapunti e non ci sono errori. È a Stamford Bridge la geolocalizzazione e le coordinate sono esatte. Ma non c’è traccia di quelle strade.

Il pilota, colto di sorpresa, a quel punto scende di quota con il suo aereo per dare un’occhiata all’area. Vuole vederla meglio. Quello che vede non è familiare. Il suo cuore in quel momento ha un sussulto. Sembra uno squadrone militare. “Dove sono?”

Davies cerca il binocolo  nella sua piccola cabina per catturare maggiori dettagli. Non c’è niente, sono tutti campi e case basse, quando dovrebbe esserci una città e delle strade. Si vede un prato, una vecchia strada e quella squadra. Si concentra su di loro facendo un passaggio con il suo aereo. Sembra che siano organizzati come le milizie romane. Sulla destra ci sono costruzioni simili alle ville dell’impero di Giulio Cesare.

Una nebbia spessa e bassa sembra avvolgere l’intero ambiente a poco a poco e inizia a coprire la visibilità del pilota, che non riesce più a vedere tutte cosa stava accadendo. Quel vapore strano si era formato molto rapidamente, come se fosse artificiale, e cominciò a inghiottire l’aereo …

Quando Davies abbandona la foschia, vede l’autostrada A548, gli edifici grigi e le macchine minuscole. Tutto era tornato alla normalità dopo essere entrato in quella sorta di squarcio temporale, che lo aveva portato in epoca dell’Impero Romano. Non ci poteva credere, così decide di sorvolare nuovamente la strada M56 e lo fa in tondo per vederlo meglio ma questa volta non osserva nulla di strano.

Nervoso di quello che è successo, atterra e chiama rapidamente diverse prefetture del Cheshire City Hall per scoprire se in quel momento ci fosse stata qualche tipo di ripresa cinematografica inerente all’epoca romana. Ma niente. Fu tutto assurdo perché le strade avrebbero dovuto essere lì durante il suo volo così come la città…

Il protagonista era convinto di aver sorvolato un’area britannica occupata dall’impero romano migliaia di anni fa e la verità è che non è stato il primo a cui è successo un qualcosa di simile nei cieli di Chesire.

Un famoso pilota di elicotteri con addestramento militare ha assicurato nello stesso anno che ha perso la comunicazione con la torre di controllo durante un volo sulla stessa rotta. Non ci sono dettagli di tutto ciò in quanto il pilota non ha mai specificato ciò che ha visto. Temeva che gli sarebbe accaduto la stessa cosa accaduta all’ufficiale di volo Brian Holding, che il 7 marzo 1922 partì dallo stesso aeroporto di Chesire per un viaggio in Galles.

Durante il suo ritorno, centinaia di testimoni hanno osservato l’aereo dell’ ufficiale di volo Brian Holding  diretto verso l’aeroporto di Chesire. Ma non è mai atterrato e i resti non sono mai stati trovati. Le comunicazioni sono state improvvisamente interrotte e sono spariti i segnali dell’eco radar dal dispositivo. La scatola nera non è mai stata localizzata. Diversi avvistamenti UFO sono stati fatti poche settimane prima di questo incidente nella stessa zona, ma non c’è mai stato nulla di conclusivo. Un aereo e un intero pilota inghiottiti dalla’aria…

La cosa più interessante che possiamo vedere in questi casi di Chesire è che, nel primo, la visione del pilota non è completata da quella dei soldati, che, senza dubbio, sarebbero stati sorpresi nel vedere un unico “uccello meccanico” volare sopra le loro teste , cosa che non accadde, come se si trovasse di fronte a una simulazione, o, perlomeno, come se  si muovesse invisibilmente agli occhi di quella squadriglia romana.

È il fenomeno dei vortici nel suo aspetto più puro: una persona sola in un ambiente controllato, una nebbia che inizia e termina l’evento e, nel mezzo, una visione ad alta definizione di un ambiente fisicamente impossibile nel 1992.

Nel caso del volo scomparso di Brian Holding, ci troviamo di fronte ad un aereo che non atterra mai, simile a quello che è successo con il famoso volo 19 che è decollato dalla base di Fort Lauderdale, in Florida, nel 1945. Gli aerei sono apparsi di nuovo nel fiction in una grande scena tratta dal film “Encounters in the Third Phase” di Steven Spielberg (1977).

In realtà, sia lo squadrone della seconda guerra mondiale che l’aereo di Brian Holding rimangono nell’abisso più profondo e più sconcertante delle sparizioni estreme nel mondo dell’aviazione. Come il caso del volo 19, scomparso mentre sorvolava il triangolo delle Bermuda. Nella zona di Chesire, altri piloti hanno riportato anomalie sorprendenti.

Potrebbe essere possibile che questo pilota abbia trovato un passaggio per un’altra destinazione, ma non è più riuscito a trovare l’uscita?

Testo tratto dal libro ‘Viajes en el Tiempo’ , di Vicente Fuentes

Riferimenti UFO-Spain

loading...

Related posts

20 viaggiatori del tempo catturati dalle videocamere (Video)

UFO risponde al fuoco con un raggio laser, fa 200 morti. Ma nessun TG ha mai diffuso l’accaduto!

MESSAGGI ALIENI DECRIPTATI SCIENTIFICAMENTE?

Inline
Inline