Hack The Matrix
Switch On The Brain

Gli scienziati del CERN hanno appena fatto una scoperta esplosiva che potrebbe mettere in discussione tutta la scienza conosciuta

loading...

Gli scienziati del Large Hadron Collider (LHC) hanno scoperto un’anomalia che sembra impossibile, così importante da minacciare di indebolire tutta la fisica.

Una scoperta fatta al Large Hadron Collider potrebbe mettere in discussione l’intera fisica. La notizia è arrivata dopo che gli scienziati hanno scoperto un’anomalia che non si aspettavano,

La rivelazione è stata trovata nel mondo subatomico, dove le particelle sono semplici scintille di esistenza e sopravvivono solo per microsecondi, ma la nuova scoperta scientifica potrebbe distruggere 100 anni di fisica accettata.

La scoperta del Large Hadron Collider è destinata a indebolire il “Modello Standard”. Il modello standard è il fondamento di tutta la fisica moderna; è ciò che costituisce una sorta teoria di tutto.

Il fisico ha detto che se l’anomalia verrà provata ci saranno grosse ripercussioni sulla scienza conosciuta

Il principale fisico britannico, Tara Shears, che conduce ricerche al CERN ha affermato che se l’anomalia, che è ancora in fase di analisi, sarà corretta, “spezzerebbe la scienza”.

“Come una fisica delle particelle [posso dirlo] è grande come Einstein. È estremamente eccitante, perché ci porterebbe a “rompere la scienza” e avere enormi implicazioni.”.

Tutti i principali scienziati hanno seguito il modello standard, tra cui Stephen Hawking e Albert Einstein . Molti hanno creduto fermamente che si stavano avvicinando sempre di più alla teoria che spiegherebbe l’universo. L’ottimismo di ricercatori e scienziati è stato ora messo completamente in discussione dalla scoperta fatta dal Large Hadron Collider.

Quelli che lavoravano all’LHC prima hanno respinto le loro nuove scoperte credendo che fosse un errore o forse un qualche tipo di stranezza del collisore. Tuttavia, i loro dubbi sono stati spazzati via quando il procedimento si è riverificato altre volte dando risultati identici. Gli strani movimenti della piccola particella con il nome di “Muone“, hanno dato la prova conclusiva di questa grande scoperta. I risultati ripetuti non sono qualcosa che poteva essere spiegato usando le “norme” della fisica teorica.

In un’intervista ad Express.com al New Scientist Live a Londra, la signora Shears, ha parlato di come le particelle “normali” si comportano e di come sono in linea con le previsioni della fisica teorica. Ha presentato un caso dicendo che quando un elettrone decade, due particelle conosciute come Taus e Múon vengono espulse.

I muoni non hanno aderito al modello standard

Stranamente i Muoni si sono comportati in una maniera non conosciuta e completamente anomala alla fisica applicata dal Modello Standard:

“I muoni sono stati prodotti il ​​25% in meno rispetto agli elettroni, questo può accadere solo con la presenza di nuove proprietà fisiche esterne. I risultati dell’LHC sono del 25% troppo bassi e aspettiamo con impazienza l’esito di questi dati, che se rimanessero così, allora questo sarebbe il primo segno di qualcosa di veramente nuovo. Non abbiamo idea di cosa sia, e non assomiglia a niente di quello che conosciamo.”

Se gli scienziati sono in grado di risolvere il rompicapo dell’anomalia dei Muoni, sperano che li condurrà a risolvere uno dei più grandi enigmi del mondo della fisica, la materia oscura.

La signora Shears ha detto:

“Questo è il prossimo passo in questa avventura.Molte persone pensavano che avremmo trovato prove di materia oscura e il nostro test è ora molto promettente. Questo è più grande del Bosone di Higgs, è roba da Premio Nobel, ci dice di cosa è fatto l’Universo. Siamo alla disperata ricerca di risposte a queste domande”.

Fonte notizie express.co.uk

 

 

 

loading...

Related posts

Dr. Michael Salla: “Lo spostamento dei poli terrestri è legato all’attività vulcanica in Antartide” (Video)

Deslok

David Icke: “Ciò che vi dirò è estremamente importante!” (Video)

Deslok

Gli Esseri del Raggio Blu

Deslok

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.