Hack The Matrix
Archeologia Misteriosa

Le Piramdi di Bosnia – Seconda Parte

loading...

Ed ecco la conclusione del viaggio nella Bosnia misteriosa del nostro amico, ricercatore Ugo Argenton. Per chi si fosse perso la prima parte la può trovare a questo LINK.

Buona lettura e se avete modo il nostro consiglio è di visitare questo posto magico.

Sergio T. Hackthematrix.

 

Seconda giornata, domenica 17 giugno

Comunicare l’esperienza all’interno dei “tunnel Ravne”?

Ci provo! Prima però chiarisco che si tratta di una fitta rete sotterranea di gallerie,visibili al geo-radar, ma in gran parte inesplorate e ostruite in epoca meno antica.

Uno dei tunnel si apre a quasi 3Km. dalla Piramide maggiore:”i primi 250 m del tunnel principale hanno rivelato 45 gallerie sul lato sinistro e 40 sul lato destro”(!)L’intento sarebbe di continuare gli scavi, opera di ammirevoli volontari, fino a raggiungere la piramide, ma ci vogliono 30 anni! In un video raro e recente ho notizie un po’ confuse su un altro possibile passaggio su un lato della piramide, per penetrare all’interno…(attendo aggiornamenti).

Sono stato nel “Meditation block K2” (V.foto) e nella “healing chamber”, ben 240 m all’interno.Qui si è schermati da ogni radiazione terrestre, raggi cosmici e griglie di Hartmann a cui siamo sottoposti all’aperto, senza purtroppo scordarci le “chem-trails”!

Inoltre i valori registrati in “Bovis”, la concentrazione di benefici ioni negativi e l’energia orgonica sono più alti che in qualsiasi luogo della Terra.

La cosa che mi ha sorpreso è stato il diverso scorrere del tempo:due ore in silenzio e raccoglimento sono passate come fossero un’ora sola! Altra stranezza è constatare come la respirazione diventi più fluida e profonda e l’aria rimanga pura anche addentrandosi per più di 200m.

 

Il soffitto è sempre fatto a forma di onde lunghe 3-4 m.in modo che la differenza di pressione faccia circolare l’aria tra parti alte e basse e, dirigendosi verso la piramide principale, esso và a salire.

Ricordo con emozione anche le pareti del tunnel conducente alla “camera terapeutica”, che giravano verso destra con una lunga curvatura. Purtroppo però non ci sono apparsi “ORBS”, come è accaduto in certe occasioni, in presenza di Semir o Sue…ma ci accontentiamo!

 

Terza giornata,lunedì 18 giugno

Nella mattinata, sempre partendo dall’hotel alla periferia di Sarajevo, con il nostro pullman siamo andati a Visoko, ma dall’altra parte della vallata rispetto alla Piramide del Sole, dove si trova la Piramide della Luna. I nomi delle piramidi non sono certo stati scelti a caso dal Dr.Osmanagich!

Quanto potente e inglobante mi appariva la vibrazione della Piramide del Sole, tanto accogliente, materna e dolce l’aura di quella della Luna. La cima di quest’ultima è molto più agevole da raggiungere; e non solo perchè alta 190 m., rispetto ai 220 di quella del Sole!(cfr.me stesso in foto della 1ma parte).Spero che le foto siano convincenti a evidenziare la natura artificiale della pavimentazione della strada a spirale della costruzione…

Al pomeriggio, visita alla città di Sarajevo, con i suoi tram, il grande fiume e angoli suggestivi, fra cui il “Caffè Tesla”. Avremo modo di accennare a Lui più avanti…

Quarta giornata,martedì 19 giugno

Il tumulus è un’altra zona megalitica d’interesse storico-energetico e, come collina artificiale è più alta di un metro rispetto alla famosa Silbury Hill del sud Inghilterra (60m); sulla cima abbiamo intonato alcuni mantra e meditato assieme. La sensazione di essere parte di un gruppo non casuale si fa ogni giorno più forte e camminare assieme è bello e occasione di creazione di rapporti umani.

Al pomeriggio visita guidata al “Parco Archeologico-Turistico Ravne 2”, ma con tempo annuvolato, a tratti piovoso…

Quinta giornata, mercoledì, 20 giugno

Giro in pullmann fino a Zavidovici dove si trova il Parco dedicato alle Palle di Pietra della Bosnia (V. foto).

Non sto qui a spiegare quanto sfere del genere, rinvenute anche in Costa Rica ed altre parti del mondo, siano… inspiegabili. Mi limito a sottolineareare che, stando alle ipotesi “scientifiche”, certe palle enormi di pietra vulcanica, sarebbero opera di vulcani che le sparano, perfino selezionando zone ben delimitate in cui farle cadere!!E poi dicono che la Natura non è intelligente?!

Sesta e ULTIMA giornata, giovedì 21 giugno

Programma che si chiude con il pranzo sotto vasto pavillon esagonale in legno e contatti liberi tra di noi, dopo essere stati nuovamente nella camera K2 del Tunnel Ravne con scopi curativi. Dovetti disertare parte della tabella di marcia, per realizzare la salita alla Piramide del Sole, che fortunatamente potei condividerere con due compagni d’avventura. (v. foto)

 

Dal pomeriggio alla serata, si doveva svolgere il GRAN FINALE e cioè il “Summer Solstice event” e ancor prima, la visita alla Foresta del “PRANIC HEALING” (cfr. foto col cartello verde!).

Non chiedetemi come hanno fatto a “terraformare” quella zona, perchè non lo so.

Questa visita era fuori programma e forse mi ha coinvolto più di ogni altra cosa. Una signora vietnamita (v.foto) ha tenuto un discorso breve ma toccante sulla vita degli alberi, su come comunicano tra loro. Soprattutto mi ha trasmesso la realtà di un rapporto che possiamo avere con queste creature vegetali, affidando loro magari certi pesi emozionali che più o meno tutti ci portiamo dentro. Insomma ho sentito in modo netto la presenza vibrazionale del posto, perfino più intensamente che nel tunnel!

 

E forse ho capito il perchè del mio vago timore o turbamento interiore, prima della partenza: avrei dovuto versare altre lacrime!!Come un tirchio che lo fa per risparmiare il collirio?Hmm!! Altro che privacy!

La privacy è una trovata per diminuire il “tasso di umanità” rimasto, per farci isolare e dividere maggiormente. Le mie lacrime esprimono la scoperta che potremmo essere felici anche su questa Terra, ma non abbiamo riconoscenza e gratitudine sufficienti per tutto ciò che ci dà VITA.

Una civiltà basata su ignoranza, chiusura e limitazioni, invece che su curiosità, apertura e spazi infiniti. Ma non è tutto.

Ho appurato che l’insieme delle esperienze vissute ha riavviato un più profondo processo di guarigione del lato debole della mia struttura energetica (complesso urinario), riportando alla luce antichi e frequenti traumi: le “acque delle emozioni” vanno curate con erbe opportune e riposo e…niente alcol. Me lo dice il “dottore interno o interiore”, senza bisogno di diagnosi in più….

E poi il BELLO è stato il suddetto “EVENTO DEL SOLSTIZIO ESTIVO” che, dopo canzoni un po’stile rock-folk di livello decente, ci ha portato una band di Sarajevo, assolutamente trascinante con il suo “folk-rock balcanico” che ti metteva addosso la frenesia di ballare o muoverti come un matto.

Inutile dire che ho stimolato partecipazione e me la sono goduta veramente?!Devo assolutamente riportare un fatto meteorologico, che per me ha valenza magica. I

l tempo, prima dell’inizio della musica, era già piovoso ed il cielo scuro, forse 8/10 coperto. Ma Semir Osmanagich, davanti a circa 500 persone da quasi 20 nazioni, ci informò tranquillo, con la sua abituale pacatezza, che la festa poteva iniziare, poiché l’energia del sito avrebbe allontanato la pioggia. E così fu…anche se forse alcuni non ricorderanno il particolare.

“ I DUE PILASTRI della NUOVA CIVILTA’:

Energia libera e libero flusso delle informazioni”

Dr.Sam Semir Osmanagich

Semir Osmanagich è probabilmente il massimo esperto di piramidi nel mondo, ma ciò che lo rende una grande anima sono la sua apertura mentale/spirituale e la sua capacità di coinvolgere esperti internazionali al corrente degli sviluppi scientifici e tecnologici più all’avanguardia, per ottenere una comprensione olistica della realtà.

Per motivi di spazio e competenze limitate, posso dare solo un’idea grossolana e imprecisa del come funzionano le piramidi e, in particolare quella del Sole.

A 2400 m di profondità sotto di essa, è stata individuata la presenza di un grande blocco-lastrone metallico, inclinato; più sopra scorrono due corsi d’acqua, su due livelli; e ad un livello ancora superiore, ritroviamo i tunnel con micro-quarzi sotto la costruzione e quindi in finale la piramide, col suo materiale disseminato anch’esso di pezzi o grani di quarzo ed i tunnel interni a spirale con le loro “camere”, più o meno chiaramente verificabili col georadar.

L’irradiazione del metallo si arricchisce con gli ioni dell’acqua corrente e salendo, forse anche attratta dalla “sacra forma piramidale”, viene trasformata in piezoelettricità da manufatti in ceramica con quarzo incorporato presenti nei tunnel e da tutto il complesso; e quindi “spara” verso la cima un raggio d’energia che punta sempre verso il SOLE. Il quale, a sua volta, risulta collegato con tutte le altre stelle o sistemi solari.

E la velocità di questo raggio è milioni di volte la velocità della luce; inoltre la sua potenza aumenta con la distanza dalla fonte…(!!)Ed ecco realizzato l’INTERNET COSMICO:l’Universo comunica istantaneamente da un estremo all’altro! Notiamo perfino una somiglianza tra struttura elicoidale del DNA e forma a toroide del raggio della Pirmide!

Forse i costruttori di orgoniti si meraviglieranno un po’ meno dell’ “alchimia cosmica” che ho abbozzato “da ignorante”: nelle orgoniti, in “micro-scala” non si appilcano gli stessi principi? Ora certamente comprendiamo come mai questa scoperta, risalente al 2005 e merito del Dr.Osmanagich, ha incontrato tanta opposizione ed ostracismo: è la più grande minaccia al “potere di questo mondo” che ci vuole schiavi!

E fa il paio con il famoso “Disclosure” che, per un numero crescente di noi, sta divenendo realtà…E, per finire, ricordando Nicola Tesla, nato a 200 Km da lì, verrebbe da dire che Egli aveva già realizzato l’energia libera, con la sua “torre”, senza sapere che qualcuno 30000 anni prima….

**°** Ugo Argenton, 29.06.2018

di Ugo Argenton – Hackthematrix

Articolo protetto da copyright quindi non pubblicabile su altri siti senza richiedere autorizzazione

loading...

Related posts

Una specie tecnologica ha abitato la Terra in un lontano passato, scritto su un nuovo lavoro scientifico

QUANDO I GIGANTI CAMMINAVANO SULLA TERRA

Una camera segreta piena di tesori? Potrebbe essere la scoperta del secolo