Hack The Matrix
Scienze

Michio Kaku: “Un giorno la razza umana migrerà verso un universo parallelo” (Video)

loading...

Come molti fisici, Michio Kaku pensa che il nostro universo finirà in un “grande congelamento”. Tuttavia, a differenza di molti fisici, crede che potremmo evitare questo destino spostandoci in un universo parallelo.

Una delle più affascinanti scoperte del nostro nuovo secolo potrebbe essere imminente se il Large Hadron Collider, al di fuori di Ginevra, riuscirà a produrre nano-buchi neri quando ritornerà in funzione. Secondo il miglior fisico attuale, questi nano-buchi neri non possono essere prodotti con i livelli di energia che l‘LHC può generare, ma potrebbero esistere se un universo parallelo fornisse un ulteriore input gravitazionale.

Le versioni della teoria del multiverso suggeriscono che esiste almeno un altro universo molto vicino al nostro, forse solo a un millimetro di distanza. Ciò rende possibile filtrare alcuni effetti, in particolare la gravità, che potrebbero essere responsabili della produzione di energia oscura e materia oscura che costituiscono il 96% dell’universo.

“Il multiverso non è più un modello, è una conseguenza dei nostri modelli”, afferma Aurelien Barrau, fisico delle particelle al CERN.

Anche se non è stato ancora dimostrato, molti scienziati altamente rispettati e credibili ora dicono che ci sono ragioni per credere che le dimensioni parallele potrebbero essere molto di più dell’invenzione della nostra immaginazione.

“L’idea di universi multipli è più di una fantastica invenzione; si trova in natura in diverse teorie scientifiche , e merita di essere presa sul serio , “ ha detto Aurelien Barrau, fisico francese delle particelle del CERN.

C’è una varietà di teorie competitive basate sull’idea di universi paralleli, ma l’idea di base è che se l’universo è infinito, allora tutto ciò che potrebbe accadere è successo, sta accadendo o succederà.

Secondo la meccanica quantistica, non si può dire che ci sia veramente qualcosa sulla scala subatomica finché non viene osservato. Fino ad allora, le particelle occupano stati di incerta “sovrapposizione”, in cui possono avere simultaneamente svolte “su” e “giù”, o sembrano essere in posti diversi nello stesso momento. Il semplice atto di osservare in qualche modo sembra “inchiodare” un particolare stato di realtà. Gli scienziati non hanno ancora una spiegazione perfetta di come avvenga, ma ciò non ha cambiato il fatto che il fenomeno si verifichi.

Le particelle non osservate sono descritte da “funzioni d’onda” che rappresentano un insieme di stati multipli “probabili”. Quando un osservatore effettua una misurazione, la particella viene stabilita in una di queste opzioni multiple, che è in qualche modo come la teoria dell’universo multiplo può essere spiegata.

L’esistenza di un tale universo parallelo “non assume nemmeno la fisica speculativa moderna, semplicemente che lo spazio è infinito e abbastanza uniformemente pieno di materia, come indicato da recenti osservazioni astronomiche”, ha concluso Max Tegmark, un cosmologo del MIT di Boston, nel Massachusetts. .

Il matematico Hugh Everett pubblicò un documento storico nel 1957 mentre era ancora studente alla Princeton University. In questo articolo, ha mostrato come la teoria quantistica predice che una singola realtà classica sarà gradualmente divisa in regni separati, ma allo stesso tempo esistenti.

“Questo è semplicemente un modo per fare affidamento sulle equazioni fondamentali della meccanica quantistica”, afferma Barrau. “I mondi non sono separati spazialmente, ma esistono come classi di universi” paralleli “.”

In parte perché l’idea è così spiacevolmente strana, molti critici la considerano fantascientifica. Ma ci sono anche molti sostenitori credibili e rispettati della teoria, un gruppo che sta guadagnando continuamente nuovi sostenitori mentre nuove ricerche rivelano nuove prove. Alcune ricerche di Oxford – per la prima volta – hanno trovato una risposta matematica che elimina una delle principali obiezioni all’idea controversa. La sua ricerca mostra che Everett era davvero sulla strada giusta quando si avvicinò con la sua teoria del multiverso. Il team di Oxford, guidato dal Dr. David Deutsch, ha matematicamente dimostrato che la struttura ramificata simile a un cespuglio creato dall’universo che si divide in versioni parallele di se stesso può spiegare la natura probabilistica dei risultati quantistici.

Questa ricerca ha un’altra strana implicazione. L’idea di universi paralleli apparentemente lascerebbe da parte una delle principali teorie del viaggio nel tempo. Dal momento che il grande logico Kurt Godel gli ha dato credibilità nel 1949, molti eminenti fisici hanno discusso e sono contro i viaggi nel tempo perché minano le idee di causa ed effetto. Un esempio potrebbe essere il famoso “paradosso del nonno”, in cui un viaggiatore nel tempo ritorna per uccidere suo nonno in modo che non sia mai nato in primo luogo.

Ma se ci sono mondi paralleli, c’è un modo per evitare questi paradossi problematici. Deutsch sostiene che il viaggio nel tempo avviene tra diversi rami della realtà. Il progresso matematico rinforza la sua affermazione che la teoria quantistica non nega il viaggio nel tempo. “Lo schiva. Vai in un altro universo “, disse. Ma ammette che ci sarà molto lavoro da fare prima di poter manipolare lo spaziotempo in un modo che renda possibile il “salto”. Anche se può sembrare fantasioso, Deutsch afferma che la ricerca scientifica rende la teoria sempre più credibile.

“Molti autori di fantascienza hanno suggerito che i paradossi del viaggio nel tempo sarebbero stati risolti da universi paralleli, ma nel mio lavoro questa conclusione è dedotta dalla teoria quantistica stessa”.

Il confine tra fisica e metafisica non è definito dal fatto se un’entità possa essere osservata, ma se è verificabile, insiste su Tegmark.

Indica fenomeni come buchi neri, spazio curvo, il tempo di decelerazione ad alta velocità, anche una terra rotonda, che una volta respinti come eresia scientifica prima di essere testati da esperimento, ma alcuni rimangono fuori dalla portata di osservazione.

source

 

loading...

Related posts

UN BUCO NERO IMPOSSIBILE ALL’ALBA DELL’UNIVERSO!

UN ASTRONOMO AFFERMA CHE I FENOMENI SPIRITUALI HANNO ORIGINE IN ALTRE DIMENSIONI DELLA REALTÀ

Il governo è davvero libero sui vaccini?