Hack The Matrix
Ufo e Misteri

Ex consulente NASA dice che le foto fatte sulla Luna sono state modificate cancellando prove di strutture aliene

loading...

 

Un ex consulente della NASA ha riferito di aver visto il personale dell’agenzia spaziale statunitense modificare le immagini della luna, rimuovendo gli UFO e altre anomalie prima che venissero rilasciate al pubblico.

Ex consulente NASA Dr. Ken Johnston Sr.

Il Dr. Ken Johnston Sr. era un consulente impiegato da Brown & Root del Laboratorio Lunare, Johnson Space Center della NASA nel 1971. Ha lavorato alla catalogazione e all’archiviazione delle immagini delle missioni Apollo e sulle rocce lunari.

Un aspetto importante del suo lavoro era quello di imballare e spedire campioni lunari ai laboratori. E ‘stato durante questo periodo che egli dice di aver visto i tecnici della NASA modificare le fotografie e togliere le anomalie e gli UFO alle foto che sono state scattate durante le missioni Apollo. Dice anche che era a conoscenza di altre anomalie tra  foto e filmati originali, che aveva osservato in prima persona prima che venissero messi a disposizione del grande pubblico.

Johnston ha fatto delle affermazioni straordinarie e chiese di donare foto e materiali di ricerca al  Museo Internazionale e UFO Research Center di Roswell. Il museo possiede una delle più grandi collezioni di materiali relativi a UFO e alieni in tutto il mondo.

Ken Johsnton, che ha scritto tre serie di libri “Ken Moon” su questo argomento, ora è docente a convegni sul fenomeno.

La sua accusa più sconvolgente è che i funzionari della NASA , ha riferito, gli hanno ordinato di distruggere cinque serie di foto delle missioni lunari. Dice che ha provato a convincerli che piuttosto che distruggerle, venissero donate alle università o istituti di studio, ma non è stato ascoltato.

Tuttavia, egli dice di aver visto alcune delle immagini, che egli suggerisce siano la prova spettacolare di oggetti inspiegabili, e anche di edifici e strutture sulla luna.

Dal momento che Johnston ha cominciato le polemiche, sostiene di essere stato licenziato dall’Agenzia Spaziale e quindi ha cominciato a parlare sulle immagini in pubblico.

Ha confermato che, nel 1970, gli astronauti della NASA hanno visto e registrato “tracce di antiche costruzioni” sulla luna e fotografato alcune delle prove tecnologica che si trovano sulla superficie.

Dopo che gli astronauti hanno riportato le immagini sulla Terra, sono state consegnate a Johsnton, responsabile per la conservazione delle immagini. Anche se alcuni funzionari hanno ordinato a Johnston di distruggere le immagini, lui le ha tenute segretamente. Quasi quarant’anni dopo, Johnston ha deciso di pubblicare queste foto. Ha accusato la NASA di modificare le foto originali della Luna e sostituirle con false immagini con le strutture lunari cancellate.

 

Gli astronauti della missione Apollo hanno portato anche la prova di tecnologia extraterrestre, i progressi che sono stati poi utilizzati da paesi come gli Stati Uniti, Russia, Cina, India e Giappone. Gli astronauti americani portarono dalla luna la chiara evidenza di strutture e oggetti.

Johnston ritiene che con una nuova fase di sforzi si otterranno risultati e, a differenza della competizione politica con la Russia per 50 anni, questi risultati decideranno il destino di ogni essere umano sulla Terra. Egli ha affermato chiaramente che, oltre la verità nascosta sulla Luna, ci sono diversi elementi di prova che indicano l’esistenza di vita su Marte.

PS.

Abbiamo riportato la testimonianza di Johnston tenendo conto che ad oggi non abbiamo prove concrete che l’uomo sia stato veramente sulla luna, argomento trattato già in molti dei nostri articoli.

a cura di Hackthematrix

loading...

Related posts

Immagine scattata da telescopio della NASA riprende tre oggetti sferici allineati verso il sole

Una ‘nuvola UFO’ incombe su Mosca lasciando tutti senza parole (Video)

Bill Wood: “Gli USA possedevano già 10 anni fa la tecnologia spaziale per arrivare su Marte in un giorno.”