Hack The Matrix
Ufo e Misteri

I monoliti di Marte e Phobos sono manufatti sopravvissuti ad una civiltà marziana dell’antichità?

loading...

I monoliti di Marte e Phobos non sono stati completamente spiegati dalla scienza.
Monoliti enormi sono stati scoperti in corpi celesti del nostro sistema solare, e gli scienziati non sono in grado di interpretare il loro significato e le origini. Potrebbero questi monoliti essere manufatti che sono “sopravvissuti” ad una civiltà marziana dell’antichità?

Sono sempre più anomale le caratteristiche del sistema solare che vengono portate alla luce da appassionati e ricercatori, alimentando l’idea che le antiche civiltà siano esistite molto prima che l’uomo abitasse la Terra in altri corpi celesti.

Tuttavia, ci sono molte prove a sostegno di questa teoria, anche se la scienza ufficiale non è incline a considerare questo come prova. Almeno non ancora.

Tra i pezzi più unici è il monolite della superficie di Marte fotografata dalla fotocamera HiRISE a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter, a 300 km di altezza.
I monoliti di Marte e Phobos

Il monolito di Marte (Credit: Mars Global Surveyor / NASA)

L’oggetto interessante sulla superficie del pianeta rosso, e sembra essere perfettamente rettangolare, è in verticale e misura circa 5 metri di larghezza.

Il blocco di pietra ha una sorprendente somiglianza con i monoliti piantati sulla Terra e sulla Luna dagli alieni nel film di fantascienza film “2001: Odissea nello spazio.” E’ certamente un pezzo intrigante che ricorda un’antica civiltà marziana che si sarebbe evoluta. Ma gli scienziati non sono d’accordo con questa ipotesi…

La sua spiegazione più convincente è che il presunto monolite sarebbe una roccia rotta e quando cadde in una specie fessura, acquisì la sua forma rettangolare. E’ vero che il monolito su Marte si trova in fondo a un abisso, ma questo sarebbe sufficiente per dimostrare la loro teoria?

Yisrael Spinoza, un portavoce del dipartimento di HiRISE, ha dichiarato:

Non sarebbe saggio riferirsi ad esso come un ‘monolite’ o ‘struttura’, perché questo implica qualcosa di artificiale, come se messi lì da qualcuno, per esempio. In realtà è più probabile che questa roccia sia stata creata da una rottura di una roccia e si siano create tali caratteristiche prendendo una forma rettangolare.

La posizione del monolite in fondo alla scogliera è l’alibi perfetto per gli scienziati per difendere le loro opinioni. Dicono che se la teoria fosse corretta gli alieno, avrebbero messo il presunto monolite in una zona completamente diversa, con meno ostacoli.

Tuttavia, dal momento che nessun terrestre non ha mai messo i piedi su Marte ancora [per quello che c’è stato detto], e dal momento che tutte le informazioni che riceviamo provengono da fonti molto autorevoli, rinomate solo per rivelare il lato pratico della medaglia, è difficile ottenere una comprensione.

Per fortuna, un piccolo corpo celeste, con il raggio di circa 11 km, contiene un altro monolite intrigante, questa volta in una zona senza ostacoli intorno.

Phobos è una delle due lune di Marte orbitanti, l’altra è Demos, la sorella minore. Phobos è di forma irregolare, e appare come un asteroide che è caduto nelle grinfie gravitazionali di Marte molto tempo fa; ma per le sue caratteristiche insolite, gli appassionati hanno presentato l’idea che Phobos è una struttura artificiale, probabilmente utilizzata da un’antica civiltà marziana come loro astronave.

Gli scienziati non sono stati in grado di determinare come le due lune di Marte sono arrivate​​lì, e non hanno alcuna idea circa il monolito intrigante su Phobos. Ma ciò che è certo è l’interesse manifestato dalla NASA per inviare una sonda senza equipaggio su questa piccola luna, vicino al monolite. Non parlano di possibili implicazioni aliene, ma di benefici scientifici questo può portare a una futura missione umana su Marte.

Monolito di Phobos (Credit: Mars Global Surveyor / NASA)

 

Tra coloro che cercano di elevare la coscienza dell’umanità su questi manufatti spaziali è Buzz Aldrin, il secondo uomo a camminare sulla luna. Lui è un sostenitore dell’esplorazione dello spazio e sembra aver definito nozioni di ciò che è stato trovato sia su Marte e Phobos:

Dovremmo arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. Volare da comete, asteroidi visitare, visitare la luna di Marte. C’è un monolito lì, una struttura molto anomala in questo piccolo oggetto con il formato di un asteroide, che ruota intorno Marte ogni sette ore.” – Buzz Aldrin

Quando la gente sarà a conoscenza di questo, si dirà, ‘Chi l’ha messo lì? Chi l’ha messo lì? ‘

Il monolite su Phobos è davvero un’anomalia che non può essere facilmente smentita. Si estende per circa 90 metri dal livello del suolo, e si trova in una regione desolata di Phobos.

L’oggetto potrebbe essere correlato a un altro oggetto trovato su Marte. Entrambi implicano una possibile civiltà marziana avanzata che in un lontano passato, è riuscita a inserire la sua luna nella sua espansione globale.

La più probabile ipotesi è che i monoliti sono stati usati per inviare informazioni, ma un’altra ipotesi più audace parla della loro funzione per aprire alcuni portali temporanei nello spazio e nel tempo.

Nessuno può dimostrare o confutare le affermazioni cui sopra, perché bisognerebbe andare lì per analizzare questi i manufatti. Tutte le ipotesi rimangono aperte per ora. Ma il futuro sta trasformando lentamente la nostra realtà in modo che mai abbiamo osato immaginare prima di …

Come gli scenari di fantascienza stanno guadagnando terreno, è possibile che i monoliti di Marte e le foto sono solo frutti della nostra mente e immaginazione perfetta, ma un giorno può essere considerato come realtà. Dopo tutto, non c’è scienza senza finzione.

a cura di Hackthematrix

loading...

Related posts

Aerospace exec says aliens not only exist, they’re living on Earth right now

Deslok

Creazione e giù di lì….

Deslok

La polizia rompe il silenzio di 70 anni del suo incontro con un Ufo

Deslok

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.