Hack The Matrix
Controinformazione

“Il mondo potrebbe cambiare tra il 13 Maggio 2017 e 13 Ottobre 2017”

loading...

“Il mondo potrebbe cambiare tra il 13 Maggio 2017 e 13 Ottobre 2017”

 

Tu cambi,tutto ciò che tocchi. Tutto ciò che cambi,ti cambia.

L’unica verità duratura è il cambiamento.

Suppongo che siano parole innocue e vere, in un senso metaforico. Almeno ho cominciato …

 

Il mio sogno del 2025:

 

Ho letto che il tumultuoso periodo che i giornalisti hanno cominciato a chiamare “l’Apocalisse”, o, con una definizione più diffusa e amara, “la Peste”, è durata dal 2017 al 2024, ossia sette anni di caos o come li chiamano i cristiani sette anni di tribolazione, iniziati con i tre giorni di buio. Non è vero. La Peste è stata un periodo assai più lungo. È cominciata prima del 2017, forse anche prima del cambiamento di millennio e non è ancora finita. Ho letto anche che la Peste è stata causata da una concomitanza di crisi climatiche, economiche e sociologiche e di guerre. Sarebbe più onesto affermare che è stata causata dal nostro rifiuto di affrontare gli evidenti problemi sorti in quei campi. Abbiamo causato quei problemi e poi siamo rimasti seduti a guardare, mentre assumevano proporzioni tali da sfociare in vere e proprie crisi. Ho sentito molta gente negare una simile analisi, ma io sono nato nel 1970 e ne ho viste abbastanza per sapere che le cose stanno così. Ho visto l’istruzione passare dall’essere una necessità fondamentale perché una società civile possa sopravvivere, a un privilegio per i ricchi. Ho visto la convenienza, il profitto e l’inerzia giustificare danni ambientali sempre più vasti e pericolosi, ho visto la povertà, la fame e le malattie diventare inevitabili per un numero sempre maggiore di persone. Nel complesso, la Peste era giè l’effetto di una terza guerra mondiale a rate. In effetti in questo periodo si sono verificati nel mondo vari piccoli conflitti, stupidi e sanguinari, dei veri e propri sprechi di vite umane e di risorse. Venivano presentati come una difesa contro malvagi nemici stranieri, ma spesso si verificavano perché dei leader inadeguati non sapevano che altro fare. Sapevano però di poter contare sulla paura, il sospetto, l’odio, il bisogno e l’avidità per suscitare un sostegno patriottico alla guerra. In qualche modo gli Stati Uniti d’America hanno subito una grande disfatta, anche se non di carattere militare. Non hanno perso alcuna guerra importante, ma non sono sopravvissuti alla Peste. Forse hanno semplicemente perso di vista quello che dovevano essere e poi hanno continuato a muoversi alla cieca, fino a esaurirsi. Ciò che ne è rimasto, ciò che sono diventati, io non lo so.

 

2017

 

Le tensioni tra Stati Uniti, Russia, Cina, Siria, Nord Corea, Iran, Venezuela e Turchia, solo per citarne alcuni sono in aumento. Trump continua a dispiegare forze in Sud Corea ed afferma che di giorno in giorno un conflitto con la Corea del Nord è sempre più probabile.

Horacio Villegas, il mistico e veggente autoproclamatosi “il messaggero di Dio” sostiene che lo scoppio del conflitto arriverà 100 anni dopo l’apparizione della Madonna a Fatima e che porterà alla terza guerra mondiale. Come ricorda il tabloid “Mirror”, a sostegno delle sue tesi c’è tutta una serie di previsioni azzeccate con largo anticipo, a cominciare dalla vittoria di Donald Trump alle presidenziali indicata già nel 2015: il presidente era definito da Villegas “il re illuminato” che porterà il mondo alla guerra. Il veggente aveva anche predetto il bombardamento americano in Siria, antipasto di una escalation che coinvolgerà anche Cina e Nord Corea. “La gente deve sapere che si deve preparare alla guerra mondiale tra il 13 maggio e il 13 ottobre 2017, porterà devastazione, sconvolgimenti e morte”. E nuove avvisaglie di questo caos, sostiene, arriveranno già nei prossimi giorni.

“Siamo al conto alla rovescia, non c’è più tanto tempo perché i segreti si compiano”. Così Paolo Brosio, giornalista e scrittore, su IntelligoNews ragiona sui segni dei tempi e sulle profezie della Madonna.

Durante una visione del 1820, fu rivelato alla beata Anna Caterina Emmerick che Satana sarebbe stato liberato dalla catene circa ottanta anni  prima dell’anno 2000. Tale periodo di libertà per l’Angelo decaduto sarebbe durato un secolo. La Emmerick parla di circa 80 anni prima dell’anno 2000, dunque verso la fine degli anni ’10 e gli inizi degli anni ’20 del XX secolo. Leone XIII vide quell’insolito “dialogo” un 13 ottobre. Pensandoci   bene.  Satana Potrebbe essere stato liberato dalle catene il 13 ottobre del 1917, giorno dell’ultima apparizione mariana a Fatima, quando ci fu il “miracolo del sole”, e la Madonna promise che «il mio Cuore Immacolato trionferà». Oltre a queste coincidenze di date, la  conferma arriva da altri due elementi. Benedetto XVI durante il suo viaggio apostolico a Fatima (11-14 maggio 2010) ricordò l’importanza del centenario delle apparizioni.  Teresa Neumann (1898-1962), la “stigmatizzata bavarese. In una delle ultime profezie prima della morte disse che il maggior periodo di dominio sul mondo da parte di Satana  sarebbe durato circa 18 anni, dal 1999 al 2017.   Concludendo i cento anni dovrebbero terminare con il centenario delle apparizioni di Fatima cioè il (2017 ) con molta probabilità nel frattempo  inizieranno a essere svelati i 10 segreti di medjugorje, il trionfo del cuore immacolato di Maria promesso a Fatima è paragonabile al tempo di pace e giustizia promesso a Medjugorje.

Simili profezie sono state anche citate dall’interpretazione dei versi di Nostradamus e dalla parole di Baba Vanga e da numerosi altri veggenti.

Ma cosa c’è di vero in realtà? L’unica cosa certa è che in effetti il mondo non sta vivendo un bel periodo e onestamente non so se queste previsioni si avvereranno o meno, a mio parere tutto, purtroppo è nelle mani di poche incoscenti persone che nell’ombra governano le nostre vite.

La coincidenza più strana però è data dal ripetersi del numero 13.

Il primo significato a cui si pensa è come numero della fortuna, soprattutto noi italiani per ragioni legate al vecchio Totocalcio.

Il 13 è comunque un numero associato alla Morte e al cambiamento. La tredicesima lama dei tarocchi unisce  i due concetti che non sono così separati come sembra in quanto il 13 indica cambiamento drastico che può essere sia in positivo che in negativo, così come la morte và interpretata come morte alchemica, morire a sè stessi per poi rinascere, come nei riti iniziatici. Il 13 è composto da 1 e 3 per cui, l’Uno origine di tutte le cose il tre è la conoscenza della completezza e della perfezione: i latini affermavano che “omne trinum est perfectum”. Nella corrispondenza tra l’alfabeto egiziano e le lettere del nostro alfabeto, la 13esima lettera è la M, con l’immagine della Civetta, il simbolo della ricerca nel buio , ricerca interiore. Nell’alfabeto ebraico la 13esima lettera è la Mem (la lettera M dell’alfabeto latino), essa è legata all’acqua, rappresenta il rivelato ed il nascosto. Il numero 13, che nella sua riduzione teosofica diventa un quattro, 1+3=4 ma in una “ottava” superiore, è l’antico numero della completezza, associato alla fine di un ciclo: ci sono tredici mesi lunari in un anno; tredici sono i segni nell’astrologia celtica e di quella dei nativi americani e la nostra astrologia vede nello zodiaco 12+1=13 costellazioni, la tredicesima è il Serpentario. Nella numerologia il 13 è l’Alchimista, archetipo del Costruttore, (1+3=4), è correlato al mondo dei sensi e delle forme e contiene in sé il principio dell’ineluttabilità del cambiamento, il significato di questo concetto, è un monito a non aggrapparsi a ciò che non sostiene più l’evoluzione.  Il 13 con l’Essere Umano affronta la prova suprema della materia divenendo Alchimista, finalmente interpreta  il suo specchio e si riconosce nello spirito immortale.

 

13 maggio 1917 – Tre piccoli contadini sostengono di aver visto la Beata Vergine Maria sopra un leccio, a Cova da Iria vicino a Fatima, Portogallo.

13 maggio 1981 – Mehmet Ali Ağca tenta di assassinare Papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro a Roma.

 

13.05.2017.

1+3+5+2+1+7=19.

1+9=10

1+0=1

Uno, Simbolo dell’Inizio, di Dio, del Destino.

 

Il mio sogno del 2025:

 

Dopo tutto il Destino dell’Umanità è quello di mettere radici sulle stelle e forse quel giorno è arrivato.

Ora osservo mentre, una a una, le navette portano via i loro carichi dalla Terra. Mi sento solo con i miei pensieri fino a quando comincio ad abbracciare tutti i miei amici e fisso i loro visi amati, qualcuno solenne, qualcuno gioioso, tutti bagnati di lacrime.

 

Ora “Sorridi”. E quando avrai un momento di smarrimento o indecisione, fermati, aspetta e senti il tuo cuore.

…a mia figlia Miriam con infinito amore…vito ditaranto.

 

loading...

Related posts

QUESTO È IL PIANO DELLA NASA PER SALVARE L’UOMO DALL’ERUZIONE DEL SUPERVULCANO DI YELLOWSTONE

Deslok

Facebook? Ci siamo tutti autoschedati..

Deslok

Clamorosa scoperta! Ecco chi paga i trafficanti per favorire l’immigrazione in Italia

Deslok

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.