Hack The Matrix
Archeologia Misteriosa

Gli Antichi Anunnaki, Rettiliani del lontano passato

loading...

Mentre ci sono numerosi dettagli misteriosi che circondano gli antichi Anunnaki, la maggior parte degli enigmi ruotano intorno alle loro caratteristiche fisiche, presenti nelle raffigurazioni di tutto il mondo.

Statue sumere ibridi, rettili

Mentre gli antichi Anunnaki sono stati quasi sempre rappresentati in una forma umanoide, numerosi tratti indicano chiare differenze tra gli Anunnaki e gli esseri umani ordinari. I tratti del viso degli antichi Anunnaki “dei” erano sempre puntualmente ben nascosti grazie alle grandi barbe, e anche se le loro caratteristiche facciali indicano una somiglianza evidente con gli esseri umani, ci sono molti aspetti che hanno portato numerosi ricercatori a sospettare che ci sia qualcosa che non va con le raffigurazioni degli “dei” Anunnaki. Molti credono che ci sia una chiara connessione tra gli Anunnaki e rappresentazioni di esseri rettili sulla Terra Antica.

È interessante notare che la parola usata per descrivere gli antichi Annunaki nell’antica Mesopotamia era SIR, che tradotto significa ‘Drago’ o ‘grande serpente‘.

Ma ci sono alcuni dettagli che suggeriscono un’origine Rettiliana degli Anunnaki, al di là del simbolismo del serpente o drago.

Per trovare pezzi cruciali come prova, andiamo nel moderno-Iraq, nei monti Zagros. Presso il sito archeologico di Jarmo, i ricercatori hanno scoperto una comunità proto-neolitica, che scomparve circa 2.000 anni fa.

Tra le migliaia di manufatti misteriosi e statue sumere degli “dei” trovati in loco, i ricercatori hanno scoperto numerose rappresentazioni di ‘La Madre dea della fertilità‘. ‘La Madre dea della fertilità’ mostra discrepanze che sono altamente insolite. Mentre nelle figure viene mostrato un corpo antropomorfo, le teste delle statue è tutt’altro che umano con tratti zoomorfi chiare. Sia figure maschili e femminili presentano caratteristiche simile ad una  lucertola simile: facce allungata, teschi allungati, grandi occhi ovali e spalle larghe.

 

Statua sumera, “La Madre dea della fertilità”

Ma sembra che gli antichi esseri Rettiliani,sono infatti presenti nelle diverse culture antiche di tutto il mondo, ed è possibile che tutte raffigurano il misterioso antico Anunnaki.

Queste similitudini, di esseri quasi identici, possono essere trovati in tutto il pianeta. Guardando indietro nella storia, troviamo diversi racconti di strane creature, che sono state adorate dai nostri antenati. In Sud America, Quetzalcoatl, Kukulkan, ci sono alcuni raffigurazioni di stature rettili che venivano adorati come dei. Quetzalcoatl è una divinità mesoamericana il cui nome deriva dalla lingua nahuatl e significa “serpente piumato”.
Il culto di un serpente piumato è la prima nota documentata a Teotihuacan nel primo secolo aC.

.Questa rappresentazione si crede sia stata fatta intorno al 900 aC. Per gli Aztechi, Quetzalcoatl era, come il suo nome indica, un serpente piumato, un rettile volante (molto simile a un drago), che rappresentava il confine tra terra e cielo. Era una divinità creatrice, ed aveva contribuito essenzialmente alla creazione del genere umano. Kukulkan è il nome di una divinità serpente Maya che serve anche per designare personaggi storici.
Tuttavia questi esseri rettiliani si trovano anche nel Corano. Ci sono i misteriosi, Djinn (nella religione preislamica e in quella islamica, sono entità soprannaturali, intermedie fra mondo angelico e umanità) che sono stati, secondo i testi, presenti sulla Terra prima degli esseri umani. La storia racconta che ad un certo punto Iblis, il leader del Djinn avesse offeso Dio, non inchinandosi alla creazione di Abramo (fonte wikipedia). Era un ribelle e fu maledetto e la condanna fu di rimanere intrappolato sulla Terra per l’eternità. C’è una leggenda Hopi su tre città sulla costa del Pacifico che sono state completamente interrate, e secondo questa leggenda, 5000 anni fa, una pioggia di meteoriti ha provocato strani esseri, descritti come la gente lucertola a cercarono di rifugiarsi sotterra. Queste creature costruirono una complessa rete di gallerie situate sotto Los Angeles, utilizzando tecnologie avanzate che potevano anche fondere la roccia. In Benares, in India c’è una leggenda quasi identica che parla del “Pozzo di Sheshna“, che nella leggenda indù è un ingresso in una città sotterranea dei Naga, che secondo i testi, sono una razza di gente serpente semi-divini che vivono in un città sotterranea, chiamata Patala. Secondo la mitologia, è un luogo di grande potenza e solo i santi potevano entrare in contatto con essa. Abbiamo culture diverse che condividono praticamente le stesse convinzioni, culture che secondo la storia non sono mai state interconnesse ma che ancora condividono molte storie simili.

Come si può vedere, in quasi tutte le antiche culture gli esseri rettiliani sono presenti. Che vanno da antichi Sumeri in Asia e nelle Americhe, descrizioni misteriose di esseri rettiliani sono presenti in molte parti del mondo e tutti hanno molte analogie in comune. È possibile che tutte queste antiche culture descritte siano di una stessa razza? E ‘possibile che tutti loro in realtà descrivono gli antichi Anunnaki?

a cura di Hackthematrix

notizie tratte da fonte

loading...

Related posts

(VIDEO) ESCLUSIVO : La conferenza stampa sulle mummie di Nazca

Deslok

Gli archeologi sostengono di aver trovato una grande piramide egizia in Australia

Deslok

QUESTO E’ CIÒ CHE ACCADE QUANDO SI ESTENDONO LE LINEE DI NAZCA INTORNO AL GLOBO

Deslok

1 comment

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.