Hack The Matrix
Controinformazione

I: 2030 ITALIA SAUDITA PROSSIMO VENTURA Il disegno folle di Obama, la Merkel e Erdogan

loading...

Il disegno: verso Italia Saudita e non solo

 

Noi non siamo né storici, né sociologi: semplici letterati, al massimo futurologi outsider (Eventuali nostre referenze pubblicistiche e conoscitive, si veda il web). La storia è anche, per fortuna, imprevedibile e quanto di seguito, a priori, trattasi di scenari sociali prossimo venturi complessi, quindi descriviamo orizzonti neppure probabilistici ma semplicemente potenziali (chè poi l’unica futurologia potenziale onesta e attendibile standard), se, riassumendo, continuerà certo trend attuale geopolitico.

Scenari innestati soprattutto da tre figure che da qualche tempo almeno in certo senso comandano il mondo e decidono il suo futuro, anche il futuro dell’Italia. Il disegno è folle in chiave storica inedita, tranne per il leader turco Erdogan. La Merkel e Obama (questi gli altri due realissimi Big Brother attuali) appoggiati dalla più grande potenza del pianeta, gli Usa, e dal più grande fallimento storico continentale, ovvero l’Unione Europea, non sono pazzi filo islamici… consapevoli (a differenza di Erdogan).

Erdogan-Merkel-Obama

S’illudono per una serie di ragioni spesso inconscie di riequilibrare il mondo e l’Europa in particolare, dopo gli ultimi ormai decenni di terrorismo appunto islamico e la fine della vecchia era della guerra fredda con l’Unione Sovietica comunista: stagione che paradossalmente garantiva un certo equilibrio nel mondo, pur a rischio concreto di distruzione atomica. Da questo gravissimo miraggio, sostenuto in America dagli elettori e un poco meno in Europa da quest’ultimi, ma da tutti i governi principali dell’Unione Europea, Italia come noto inclusa, certo disegno globale geopolitico, è provato sia dall’excalation del terrorismo islamico dopo l’11 9, sia dalle risposte sempre inefficaci dell’Occidente, sia dalle sempre più evidenti ambiguità sia americane che tedesche (leggi anche in Europa l’assenza, nonostante la questione epocale migranti sempre più problematica, di qualsivoglia piano preciso ufficiale dell’Unione Europea).

Ne derivano, attualmente, come indizi spettacolari,  alcuni fenomeni assolutamente concreti e quotidiani. Fenomeni ormai costanti e capillari, sulla pelle degli europei, letteralmente a volte, simbolicamente ormai tutti i giorni: non solo stragi, ma vero e proprio in molte capitali e città terrorismo esistenziale e urbano.

Sono fenomeni che già testimoniano – secondo noi e non solo invero – certo folle disegno euroamericano (e turco, ovvero poi arabo musulmano come si vedrà) in questione: il cosiddetto buonismo, benismo, linguaggio politicamente e psicoticamente corretto dominante prevalente anche nell’informazione, come spesso segnalato da diversi critici (da Oriana Fallaci al poeta siriano Adonis e Hollecbuok o pochi intellettuali, ad esempio il francese Onfroy), la classica mistificazione della realtà in chiave assolutamente orwelliana, l’insicurezza nelle capitali e città dell’Europa, esplosa in particolare sia con la suicidale invasione migrante indiscriminata sia con le criminali stragi islamiche in Francia degli ultimi due anni, da ..Charlie a Parigi/Bataclan a Nizza il 14 luglio 2016! E con la prima in controluce “crociata” dopo secoli, un parroco sgozzato a Rouen da due fanatici Isis!

Oct 17, 2013 - Aleppo, Syria - ISIS fighters holding the Al-Qaeda flag with 'Islamic State of Iraq and the Levant' written on it. on the frontline. Islamic State of Iraq and the Levant aka ISIS. The group An-Nusra Front announced its creation January 2012 during the Syrian Civil War. Since then it has been the most aggressive and most effective rebel force in Syria. The group has been designated as a terrorist organization by the United Nations. April 2013, the leader of the ISIS released an audio statement announcing that Jabhat al-Nusra is its branch in Syria. (Credit Image: © Medyan Dairieh/ZUMA Wire/ZUMAPRESS.com)

Non tutti sono, naturalmente ciechi, verso la semidittatura realissima oggi esistente in Europa a trazione tedesca e in Italia. La brexit inglese ha spiazzato il disegno in questione, il cosiddetto populismo in Francia, Italia, Austria, Ungheria ecc. segnalano una non prevista anche resistenza inedita in Europa.

Tuttavia la grande macchina orwelliana innestata dalla cosiddetta finanzocrazia contemporanea, neppure multinazionali specifiche, ma poche grandi famiglie che le controllano (e condizionano anche subdolamente i vertici della Politica), la famosa Golden Sachs ma anche diverse altre, americane, tedesche, turche, arabe, attraverso politicamente l’America di Obama, l’Unione Europea filotedesca della Merkel, la Turchia del radicale islamico Erdogan con sinergie precise con il terrorismo islamico e i sedicenti paesi arabi) è letteralmente un Moloch incomparabile. Come immaginare, le forze in campo, il nuovo asse America-Germania-Turchia… Arabia Saudita… da un lato, dall’altro Marina Le Pen, Salvini ecc. , con una metafora storica: immaginate le forze alleate nel 1939 quando iniziò la seconda guerra mondiale contrapposte a una ipotetica Germania davvero con le sedicenti armi segrete, leggi armi nucleari. Uno scontro impari, tenuto anche conto che probabilmente, come dimostra la costante campagna in atto da tempo della sinistra intellettuale ovunque e dall’informazione europea prevalente, in caso di ulteriori “brexit” o svolte elettorali, secondo elezioni democratiche, troppi segni fanno infatti prevedere che le forze folli oggi al Potere … in qualche modo, anche a rischio di relative guerre civili, impediranno la scelta degli elettori e dei diversi popoli ex sovrani dopo l’Unione Europea. Lo stesso Trump, o chi per lui su posizioni simili in seguito, in Usa corre concretamente questo rischio.

Questa nostra congettura. come poi evidenza empirica,  la collochiamo flagrante attorno al 2030 (forse data persino ottimistica!) quando. dopo anni sempre più in tale direzione, le  sue fatali prevedibili conseguenze, ovvero una concreta terza guerra mondiale, quando, e solo allora, in scenari solari di sconfitta dell’Occidente, quest’ultimo, forse capirà la sua pluridecennale follia – ovvero il mito di una Europa multietnica (e non solo l’Europa, ma qua le conseguenze tragiche radicali), la sua concreta sottomissione alla imminente nuova teocrazia islamica (con buona pace del cosiddetto islam moderato, il primo che ne subirà le letali conseguenze stesse). E soltanto… forse il risveglio, pur drammatico e a quell’epoca potenzialmente forse tardivo, anche per le diverse condizioni, rispetto ad oggi, del potenziale militare concreto.anche del futuro superstato Islamico. Oppure, come nel Medioevo, decenni e decenni se non secoli appunto di nuovo medioevo e regressione se non scomparsa della Civiltà, come prima dell’età moderna, al massimo un singolare mondo (in Europa mediterranea soprattutto, o meglio la vera Eurabia e anche africana e asiatica) ancora in parte tecnologico, ma molto limitato e censurato, ma insomma come nel Medioevo, fine della democrazia, della libertà, potere appunto teocratico. Al posto della Chiesa Cattolica, la Chiesa Musulmana!

US - EU flag 3D

Tutte le ambiguità,  più nello specifico, che emergono già oggi sempre sia verso l’Isis cosiddetto, poche migliaia di fanatici che tengono da anni in ostaggio l’Europa e non solo, sia verso la Politica europea e italiana nello specifico verso i migranti, si spiegano soltanto con un patto tacito tra l’America di Obama, la Germania della Merkel e la Turchia di Erdogan. La crisi epocale cosiddetta economica da un lato, il condizionamento economico mondiale della specifica finanazocrazia arabo-musulmana, emersa a partire dal dominio del mercato del petrolio, dal secondo fine novecento, la fine dell’Unione Sovietica, non sono state pilotate dall’Occidente, in chiave opposta, come pur prevedevano e ammonivano diversi sociologi e futurologi, fin dagli anni ’70…del Novecento. Quindi le grandi potenze residue occidentali, dopo il ridimensionamento dell’ex Urss, hanno optato, in buona o malafede, per una nuova geopolitica concordata con la nuova superpotenza arabo-musulmana.

Il mercato globale e la globalizzazione hanno necessità di nuovi equilibri, i musulmani stessi sono milioni e milioni, l’unica religione ancora potente del nostro tempo. Forse anche in buona fede, l’Occidente dapprima, parliamo di pochissimi anni, ha giocato la carta dell’Unione Europea come risposta ancora possibile per garantire un equilibrio con il nascente superstato arabo musulmano (per giunta non ufficiale, ma occultato nelle diverse nazioni arabe e medioorientali, comunque l’Arabia Saudita il centro nevralgico) ma sempre a vantaggio dell’Occidente, leggi America Germania e alleati, come nella guerra fredda con l’Urss comunista che fu… Nei fatti l’Unione Europea ha fallito, certo radicalismo islamico è sfuggito dalle mani dell’Arabia Saudita ecc., radicalismo dapprima innestato come input storico dalla mai risolta questione mediorientale, Israele e Palestina, poi esploso da Bin Laden in poi: è vero, per questioni di real politik militari e commerciali anche sia Saddam Hussein che l’Isis all’inizio e con obiettivi diversi furono foraggiati dall’Occidente e dagli Usa in particolare. La strategia e il disegno sono cambiati strada facendo proprio con Obama… e la Merkel leader dell’Unione Europea a trazione germanica e degli Usa….L’Unione Europea ha deciso di liquidare i paesi zavorra del Continente, piano piano con parvenze giuridiche e via via riducendo con leggi e piani specifici le sovranità nazionali: la Grecia, l’Italie e poi la Spagna le nazioni che saranno sacrificate. A che cosa? All’avvento del Superstato dapprima non dichiarato arabomusulmano. Il Nord Europa area Germania e paesi alleati dell’Unione, mentre Italia, Grecia e Spagna, venduti nei fatti, insomma l’Europa Mediterranea al superstato islamico. Naturalmente in Italia e nell’Europa mediterranea, la via è quella dei migranti, supposti profughi o disperati, l’obiettivo è per alcune generazioni un islamizzazione moderata no radicale… E’ già successo nei fatti, la contaminazione multietnica è un fatto, per quello per l’Italia la famosa clausula di Dublino non revocabile!!! Abbiamo parlato di 2030.. Più o meno da quelle parti il disegno sarà evidentissimo. Siccome il tutto è e sarà gestito con formulismi giuridici già in divenire, come il reato di xenofobia cosddetto, psicoreati come da 1984 di Orwell, di dubbia pratica trasparenza e circoscrivibile, con la scusa della democrazia, prima o poi nei paesi meditteranei, molto presto saranno leciti Partiti Islamici.. che prima o poi vinceranno o entreranno già nei governi alleati dai resti della fu sinistra collaborazionista e incosciente. Prima o poi, dopo il 2030, quando gli italiani, scarsa natalità, saranno in minoranza, rispetto al boom demografico degli araboafro musulmani, il Partito Islamico è destinato a primati assoluti. A quel punto l’Italia Saudita non sarà solo un fatto non ufficiale, ma concretissimo. L’islamizzazione dei costumi non sarà solo relativa, se la vedranno brutta donne e omosessuali, in precedenza certamente e tatticamente tollerati. Con la scusa di superare l’orrida donna oggetto del capitalismo, le organizzazioni femministe già giustificano il nuovo puritanesimo erotico diffuso in Europa, i fatti di Colonia sono già indicativi. Più complessa la questione gay…ma qua il problema, indicibile, è che più che omosessuali, trattasi di comunisti ultima generazione o soggetti psicologicamente disturbati, i veri gay sono molto di meno! In ogni caso rischiano grosso!

In tale scenario, un certo allarme rosso scatterà nei resti dell?Unione Europea e in America….ma sarà troppo tardi… Il superstato islamico che nel frattempo, avrà carta bianca, in almeno mezza Africa, non solo nel nord afromediterraneo, in Iran, Iraq, con la Turchia stessa che sarà entrata al posto della disertrice GB e degli inutili paesi mediterranei…(Inclusa l’Italia), praticamente avrà circondato …Israele! La tentazione di rispettare il Corano in tal senso, sarà irripetibile e inoltre, parliamo a quell’epoca proprio delle seconde e terze generazioni di migranti, come noto meno moderate delle famiglie originarie….!

 

di Roby Guerra – HTM

Roberto Guerra
Roberto Guerra
loading...

Related posts

Tweet di Romina Power: “Italia spacciata, colpa di quel veleno”

QUEST’UOMO SOSTIENE DI ESSERE STATO NELL’ANNO 2118

Vittima di un teletrasporto spontaneo? L’incredibile vicenda accaduta in un ospedale