Hack The Matrix
Controinformazione

Smettete di farvi ingannare, ragionate!

loading...

Smettete di farvi ingannare, ragionate! EUROEXIT!

di Jacopo Cioni
EURO EXIT
EURO EXIT
Continuo a leggere di persone che hanno compreso la necessità di abbandonare l’Europa, quindi persone che hanno capito o comunque avvertono il disagio sociale, politico e democratico che derivano da questa devianza europeista costruita sul dominio dei popoli e non sul loro naturale diritto di scegliere come vivere.
Leggo però che queste persone continuano ad essere ingannate non solo dagli europeisti, ma anche dai finti antieuropeisti.

Scrivo quindi queste due righe per ribadire alcuni concetti e spronare chi sostiene questi progetti a ragionare in merito.

L’art. 75 della Costituzione italiana dice che lo strumento referendario abrogativo non può essere utilizzato in alcuni casi, ed esattamente: “leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali”.
Noi facciamo parte dell’euro per via di una serie di trattati internazionali, firmati e ratificati dal nostro Parlamento.

Il referendum quindi non è fattibile in Italia per chiedere il parere popolare sui trattati, (questa si una modifica costituzionale da fare, ma i poteri in pectore se ne guardano bene), quindi si può fare può essere solo un referendum di tipo consultivo cioè in pratica inutile, non vincolante legalmente; rappresenterebbe solo un parere espresso dal popolo, (e sappiamo che il parere del popolo ormai è quasi stato esautorato).

 

In caso venisse fatto come richiede un noto partito politico il risultato sarebbe comunque una sconfitta. Se vincesse il SI per l’uscita dall’Europa il referendum verrebbe ignorato, (vi ricordo i passati referendum abrogativi, quindi con vincolo legale, ignorati bellamente, figurarsi uno consultivo), se vincesse il NO, (cosa probabile se si immagina le menzogne vergate in questi anni e la capacità all’occorrenza di procurarsi dei martiri, vedi Cox), sarebbe un autogol di proporzioni bibliche. In questo caso si che i media lo esalterebbero a dimostrazione della bontà dell’Europa.
Come non è stato chiesto il parere popolare per entrare non può essere chiesto un parere popolare per uscire.
Chiunque continui a sostenere che il referendum è un mezzo democratico per ascoltare il parere del popolo per l’uscita dall’Europa o vi sta ingannando o non ha capito che non è il mezzo adeguato allo scopo.
EURO EXIT
Quello che si può fare è votare (credo ancora per poco) dando il proprio appoggio a coloro che nel loro programma di governo hanno l’uscita dall’Europa unilaterale mediante art. 50 del trattato di Lisbona. Unico sistema reale di uscita dall’Europa. L’espressione del proprio voto ancora conta qualcosa, se esistesse un numero eclatante di votanti per il partito suddetto ancora si potrebbe instaurare un governo di inversione, ecco perchè l’astensione al voto è un’altra manovra di sottrazione della Sovranità Popolare; indurvi a non votare è un vantaggio per i poteri consolidati.
Chi è un sovranista ha capito questi semplici concetti, come ha anche capito che non si possono rinegoziare i trattati in quanto contratti vincolanti che per essere modificati necessitano dell’avvalo di tutti i paesi firmatari, evidentemente non realizzabile, ne basta uno che dice no dei suddetti paesi.
Qualunque partito politico vi parli di rinegoziare i trattati o di fare referendum sui trattati, o di non uscire dall’Europa e dall’euro vi sta ingannando.
Fatevene una ragione ragionando, scusate il gioco di parole.
EURO EXIT
Ben altra cosa sarà il referendum di ottobre rispetto alle modifiche costituzionali realizzate da un governo incostituzionale che continua non solo a legiferare, ma si permette di cambiare la Costituzione il tutto commettendo palesemente reato, reato che però nessuna magistratura si prende la briga di perseguire.
Una modifica costituzionale fra l’altro estremamente sovversiva che modificando la seconda parte della Costituzione inficia gli articoli immodificabili della prima parte della Carta Costituzionale, esattamente come fece Monti nel 2011, atto che nessuno ha perseguito.
Astenersi dal votare NO ad ottobre sarà deleterio per la Carta Costituzionale e come diretta conseguenza deleterio per popolo italiano che è la Carta Costituzionale, come ebbe a dire Calamandrei.
A fronte di media palesemente controllati dal potere europeista si contrappone una libera rete dove si può ancora trovare informazioni corrette e infiltrare la rete con informazioni sbagliate è un mezzo per renderla inaffidabile e confusionaria, atto che gli oligarchi hanno ben capito e nella frammentazione delle idee e delle possibili azioni traggono ancora vantaggio.
Come diceva Borsellino: ” Il cambiamento si fa nelle cabine elettorali” e mi permetterei di aggiungere  che terminata questa possibilità ( mi ripeto, non manca molto), rimangono solo i fucili!
EURO EXIT
Jacopo Cioni www.florencecity.it
jacopo
loading...

Related posts

Ci sono sufficienti prove per dimostrare che il pianeta è in pericolo!

Deslok

In Svezia centinaia di bambini figli di rifugiati cadono misteriosamente in coma (Video)

Deslok

Pensateci bene

Deslok

1 comment

Smettete di farvi ingannare, ragionate! | Misteri e Controinformazione - Newsbella giugno 19, 2016 at 2:21 pm

[…] Smettete di farvi ingannare, ragionate! sembra essere il primo su Hack the […]

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.