Home Alimentazione La verità sui cibi da fast-food
La verità sui cibi da fast-food

La verità sui cibi da fast-food

1
loading...

Vi racconto tutta la verità sulla cotoletta di pollo,
Vi siete mai chiesti come vengono fatte quelle crocchette di pollo e le cotolette che siamo abituati a sgranocchiare nei Fast-food?
Purtroppo è così, dietro ad ogni crocchetta o cotoletta, si nasconde una catena di produzione degna di un film horror.
E’ incredibile pensarlo, ma purtroppo oggi la qualità alimentare è stata brutalmente sostituita, da qualsiasi elemento che abbia un buon gusto e sia commestibile, da questo concetto nascono le cotolette di pollo pre-surgelate.
Come vengono preparate le cotolette pre-surgelate?
Tutto ha inizio con la selezione del pulcino. Subito dopo la schiusa delle uova, quasi il 50% dei neonati, ritenuto inutile per la filiera produttiva, finisce in un tritacarne, per poi essere venduto, come concime naturale per i campi, oppure inserito nei mangimi per gli animali.
Al 50% che viene graziato, vengono spezzati becco e ali, per evitare improvvise auto-mutilazioni ed evasioni. L’inferno, per queste povere creature, è appena iniziato, tutti i volatili, vengono messi in gabbie strette e puzzolenti, dei lager che non possiedono ricicli d’aria, le luci sempre accese.
La vita negli allevamenti, provoca pazzie, e allucinazioni,, ma questo ai produttori poco importa, ciò che conta è che il consumatore non venga mai a sapere in che condizioni viveva il suo pranzo.
Un pulcino diventa un pollo in appena 36 giorni!!!
Pensate che in natura ne impiega almeno quattro volte il tempo…. La crescita miracolosa è dovuta nell’abbondanza aggiunta di ormoni della crescita e antibiotici nel mangime, per poterli gonfiare e tenerli in vita il tempo necessario per trasportarli al macello.
Quali sono gli aspetti salutari per l’uomo?
Gravi, gravissimi, sopratutto per i ragazzi in età di sviluppo! La realtà è sconcertante, ma non si può più mentire.
Vi è mai capitato di vedere ragazzi o adulti, con braccia, gambe o seno gonfio?
Bene, sicuramente hanno assunto carni punturate con ormoni e antibiotici. L’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), sostenuta da molti medici, mette in guardia i consumatori di carni, gli ultimi studi comprovano la stretta relazione tra carne e la maggior parte dei tumori, intestino, mammella, prostata, colon, ma non solo, anche diabete, ipertensione, obesità, infarto, osteoporosi… continuo?
Le uova e la carne, provenienti da grossi allevamenti, sono malati!! Le condizioni sanitarie in cui sono detenuti questi animali, sfiorano il limite dell’igiene, non per altro tutti i medici consigliano di cuocere molto bene le carni, prima di consumarle.
Non è neanche da trascurare la salute di madre natura, in quanto ogni allevamento costa in termini di pascoli, di acqua, di emissioni di CO2, di rifiuti tossici…
Quindi se ti vanti di essere un bravo ecologista, dovresti valutare anche questi aspetti!!
Concludo, chiedendovi, lo sapevate che secondo molti studi di marketing, il consumatore medio, di fronte ad una bistecca sul banco e ad una impanata, sceglie la seconda, perchè gli ricorda meno la carcassa dell’animale morto?
Curioso per un carnivoro… Buon Appetito.

Scritto da Eleonora Grimandi

Admin Indagatore dell'insolito e dei fenomeni inspiegabili.

Comment(1)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...