Home Alimentazione Il pericolo dello zucchero
Il pericolo dello zucchero

Il pericolo dello zucchero

1
Zucchero raffinato
Zucchero raffinato

Lo zucchero bianco, che ogni giorno introduciamo nel nostro corpo direttamente cosi com’è attraverso dolci, caramelle, bevande commerciali, conserve,liquori ecc… è il prodotto finale di una lunga trasformazione industriale che uccide e sottrae tutte le sostanze vitali e le vitamine presenti nella barbabietola o nella canna da zucchero che sono il punto di partenza per la produzione dello zucchero. Il fine è quello di renderlo più bello alla vista del consumatore: il colore bianco è migliore ed accattivante, inoltre anche il gusto dello zucchero non raffinato è diverso dalle abitudini del palato, alle quali la stragrande maggioranza dei consumatori fa riferimento. Le sostanze zuccherine sono alimenti importantissimi della nostra dieta poichè rappresentano la fonte primaria per la produzione di energia che serve a far funzionare correttamente tutto il nostro organismo incominciando dal cervello fino a finire con i muscoli e per questo motivo devono essere completi di tutto ciò che la natura ha loro fornito per cedere al nostro corpo. Ma lo zucchero bianco,cosi come viene attualmente prodotto, è una sostanza innaturale e dalle caratteristiche tossiche.Il succo zuccherino proveniente dalla prima fase della lavorazione della barbabietola o della canna da zucchero, viene sottoposto a complesse trasformazioni industriali: prima viene depurato con latte di calce che provoca la perdita e la distruzione di sostanze organiche, proteine,enzimi e sali di calcio; poi, per eliminare la calce che è rimasta in eccesso, il succo zuccherino viene trattato con anidride carbonica.

Il prodotto subisce ancora un trattamento con acido solforoso per eliminare il colore scuro, successivamente viene sottoposto a cottura,raffreddamento cristallizzazione e centrifugazione. Si arriva cosi allo zucchero grezzo da qui passa alla seconda fase di lavorazione: lo zucchero viene filtrato e decolorato con carbone animale e poi, per eliminare gli ultimi riflessi giallognoli, viene colorato con il colorante blu (proviene dal catrame e quindi cancerogeno).

Il prodotto finale è una bianca sostanza cristallina che non ha più nulla a che fare con il ricco succo zuccherino e viene venduto al pubblico per zuccherare gran parte di ciò che mangiamo.Una domanda che sorge spontanea è la seguente: quanti dei consumatori abituali di zucchero sono a conoscenza che stanno mangiando una miscela contenente calce, resine, ammoniaca,acidi vari? che cosa è rimasto del primo succo scuro ricco di vitamine,sali minerali, enzimi, oligoelementi che avrebbero dato tutto il loro beneficio di energia e salute?

Nulla! anzi per poter essere assimilato e digerito, lo zucchero bianco ruba al nostro corpo vitamine e sali minerali( in particolare il calcio e il cromo) per ricostituire almeno in parte quell’armonia di elementi distrutta dalla raffinazione e le conseguenze di tale processo digestivo sono terribili.Lo zucchero bianco raffinato porta notevoli problemi a livello intestinale con alterazione della flora batterica con conseguenze tipo( coliti, stipsi,diarree,e assorbimento di sostanze tossiche).A lungo andare uno dei sistemi piu’ colpi è proprio il sistema immunitario,con capacità alle aggressioni esterne e nella tendenza ad ammalarci.Le gravi malattie che oggi affliggono l’umanità( cancro,sclerosi,malattie autoimmuni ecc…) nascono proprio da un indebolimento immunitario del quale lo zucchero bianco e l’alimentazione raffinata sono corresponsabili.I danni dello squisito veleno bianco sono tanti altri ancora e a tutti i livelli per esempio osteoporosi l’organismosi mette a sottrarre calcio dalle fonti principali come i denti e le ossa,nel tentativo di bloccare l’eccessivo metabolismo acido nel sangue.Oppure anche a livello circolatorio con l’aumento di colesterolo e danni alle arterie e tantissimi altri problemi.Quasi tutte le malattie potrebbero essere prevenute sostituendo lo zucchero bianco con quello vergine integrale di canna o con miele, stevia, sciroppo d’acero e agave, oppure fruttosio.Attenzione allo zucchero di canna non integrale perchè si è arrivato a tostare lo zucchero bianco al fine di dargli una doratura che lo fa sembrare zucchero di canna. Si deve anche considerare che i due cucchiaini di zucchero nel caffè non fanno male a nessuno; lo zucchero diventa pericoloso quando se ne assume molto,per esempio prendendo un dessert dopo mangiato e cosi via. Pertanto si dovrebbe cercare innanzitutto di ridurre il consumo. Questo,purtroppo ,ha causato l’abitudine al sapore dolce,un abitudine altrettanto nociva di quella del fumo o dei super alcolici.

di Eleonora Grimandi – HTM

10537109_351276435082019_2980210212165662780_n

 

 

 

 

Admin Indagatore dell'insolito e dei fenomeni inspiegabili.

Comment(1)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *