Hack The Matrix
  • Home
  • Ufo e Misteri
  • Un asteroide rafforza la tesi dell’esistenza di un pianeta nascosto nel Sistema Solare
Ufo e Misteri

Un asteroide rafforza la tesi dell’esistenza di un pianeta nascosto nel Sistema Solare

loading...

Sono state rilevate strane orbite che possono essere causate dalla gravità di un pianeta sconosciuto.

Si tratta un asteroide scoperto tre anni fa, si chiama 2015 BP519 e commette una specie di infrazione di transito cosmico: gira intorno al Sole con una pendenza di 54 gradi rispetto agli altri astri. Per farvi capire di cosa si tratta, dovete immaginare che il Sistema Solare sia come un immenso disco in vinile. Le orbite di pianeti, asteroidi e simili sono tracciate sulla superficie di quel disco. Invece questo macigno cosmico ribelle rotola seguendo una sua orbita.

Non sembra, ma questa particolarità rende il 2015 BP519 misterioso e unico. Tutto ciò che è intorno al Sole oggi, inclusa la Terra stessa , è stato formato da polvere e bave di gas lasciati dalla formazione della nostra stella. Prima che queste bave si accumulassero in “mazzi” chiamati pianeti, furono distribuiti in una struttura chiamata “disco di accrescimento”.  Questo spiega perché tutto è su un piano

Il perché un asteroide sia stato tolto da questo piano contro la “volontà” del Sole,  indica che deve aver subito un’influenza gravitazionale molto forte da un’altra stella. Facendo calcoli matemaatici si può scoprire esattamente di che tipo di stella si tratta. Quanto è grande? Da dove viene? Quanto è lontana dall’asteroide? Qual è il suo percorso? Questo è esattamente ciò che ha fatto una collaborazione internazionale di 38 ricercatori.. Il risultato di questa ricerca lo trovate in questo articolo scientifico .

La scoperta è semplice: BP519 per avere la rotta che ha, deve aver subito l’influenza gravitazionale di un nono pianeta, situato dopo Plutone (che, in modo controverso, non è più considerato un pianeta). Questo pianeta sarebbe roccioso, ma avrebbe una massa circa dieci volte più grande della Terra. E sarebbe così lontano dal Sole, 23 volte più lontano di Nettuno, l’attuale detentore del record, che sarebbe praticamente invisibile ai nostri telescopi.

Non è la prima volta che  si parla diqualcosa di molto grande alla periferia del Sistema Solare. Nel 2014 , una coppia di astronomi americani sospettò l’esistenza di Planet 9 mentre analizzava un lontano pianeta nano. Nel 2016 è successo di nuovo. Stuart Clark, un editorialista di  The Guardian , definisce bene l’azione di questo ipotetico corpo: è come un pastore, che trascina in giro le sue pecore cosmiche. Si scopre che da qui vediamo solo le pecore.

Non ci sono ancora prove sperimentali definitive, ma queste prove diventano più solide ogni giorno che passa. Gli asteroidi più atipici trovati, ci danno ulteriori dati per trovare la posizione esattta del pianeta 9. Poi basta puntare il telescopio più potente del nostro arsenale al punto giusto nel cielo, e vedere se c’è veramente qualcosa là.

#Hackthematrix

loading...

Related posts

Esistono anche i Buchi Bianchi nell’Universo e si torna a parlare di Universi Paralleli

Deslok

Quel Genio Di Nikola Tesla

Deslok

Viviamo di fatto in una grossa simulazione virtuale?

Deslok

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.