Hack The Matrix
Controinformazione

ULTIM’ORA: L’AIR FORCE STATUNITENSE PRONTA A RICHIAMARE BEN 1000 PILOTI IN PENSIONE

loading...

Il presidente Trump ha firmato un ordine esecutivo venerdì, permettendo all’Air Force di richiamare fino a 1.000 piloti in pensione per affrontare una carenza di piloti da combattimento, hanno annunciato la Casa Bianca ed il Pentagono.

Prevediamo che il Segretario della Difesa delegherà l’autorità al Segretario della Air Force  per richiamare fino a 1.000 piloti in pensione per un massimo di tre anni“, ha dichiarato Navy Cdr. La conferma arriva anche da Gary Ross, Portavoce del Pentagono. Ma l’ordine esecutivo in sé non è specifico per la forza aerea e potrebbe essere utilizzabile in futuro per chiamare più ufficiali e in altri rami.

La forza aerea necessita di circa 1.500 piloti in più di quanto abbia ora disponibile.  La forza aerea statunitense è stata usata  dal Pentagono contro lo Stato islamico , ed ha battuto la maggior parte delle forze di combattimento nemiche in Iraq e in Siria dal 2014.

Non contento comunque dei buoni risultati conseguiti, in giugno, il senatore John McCain, D-Ariz, disse che: “la carenza di piloti durante la crisi in Siria ha impedito alla forza aerea di compiere al meglio la sua missione. Questa è una crisi piena e, se rimane irrisolta, metterà in discussione la capacità dell’aviazione di compiere la sua missione”, ha dichiarato McCain, presidente del comitato per i servizi armati.”

Richard Aboulafia, analista specializzato sull’ aviazione e vicepresidente del gruppo Teal, ha affermato che la carenza è derivata da una serie di temi. “Uno è la concorrenza delle compagnie aeree commerciali“, ha dichiarato Aboulafia. “Un altro è il ritardo dei finanziamenti che ha provocato mancanze nella formazione di nuovi piloti. E, a causa delle operazioni militari, l’utilizzo degli aerei e dell’equipaggio è stato superiore al previsto“.

Il senatore Lindsey Graham, RS.C., ha parlato dei quattro soldati statunitensi uccisi il 4 ottobre in Niger. Le regole contro il terrorismo sotto il presidente Obama erano troppo restrittive e inefficaci, ha detto Graham.

La guerra è cambiata“, ha detto Graham.

Vedrete più azioni in Africa , non meno. Vedrete più aggressioni dagli Stati Uniti verso i nostri nemici, non meno. Prenderemo decisioni sul campo non dalla Casa Bianca. E sostengo l’intero esecutivo del Presidente “.

Il mese scorso, il presidente Trump è diventato il terzo presidente a rinnovare i piani per lo stato di emergenza nazionale post-9/11, che consente al presidente di chiamare i “guardiani nazionali”, agenti a “noleggio” e ritardare i pensionamenti dei soldati statunitensi.

La situazione critica con la Corea del Nord sembra avere accelerato i tempi. Proprio in queste ore  il capo della Cia, Mike Pompeo, ha detto: “La Corea del Nord presto potrà colpirci. Se Kim muore non chiedetemi nulla

Mike Pompeo ha dichiarato che in pochi mesi Pyongyang potrà colpire gli Usa. E sulla possibilità di eliminare il dittatore scherza, forse: “Se succede non chiedetemi un commento”

a cura di Hackthematrix

fonte USATODAY

loading...

Related posts

Ferrara – Multa a chi fa l’elemosina agli accattoni, la proposta della Lega

Deslok

Un gigantesco foro misterioso si è aperto in Antartide

Deslok

Sei stanco della continua censura di Facebook? Entra ci sono buone notizie per TE!!!!

Deslok

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.