Home KARMANAUTICA Macromovimenti Karmici e malattie virali
Macromovimenti Karmici e malattie virali

Macromovimenti Karmici e malattie virali

0
loading...

Questo articolo non deve essere strumentalizzato o interpretato in base al proprio colore politico, ma è solo una considerazione che vede da una parte la causa e dall’altra l’effetto di un evento più volte definito epocale, ovvero la trasmigrazione di popoli in cerca di migliorare la propria condizione.

 

Il virus dell’apertura sconsiderata, dell’equivoco concettuale tra apertura mentale e la FRATTURA delle frontiere, l’accoglimento senza nessuna regola, senza nessun metodo o  prassi, è paragonabile all’azione di un medium che si rende tramite di entità senza sapere se queste vengono dal paradiso o dall’inferno. E’ simile al  chimico che agguanta provette e le rovescia dentro un unico contenitore, senza conoscere le conseguenze.

Questo fenomeno lo definisco “osmosi karmica”, ovvero un passaggio di megaflussi karmici (sottoforma di culture, religioni e vissuti differenti portate dai richiedenti asilo) in una realtà karmica formatasi in centinaia di anni, (la nostra cultura, le nostre tradizioni, la nostra religione)… Una cervellotica ipotesi di invasione?

Un esempio: se io riverso tonnellate di veleni nei fiumi, e questi fiumi finiscono in un lago, quest’ultimo diverrà irrimediabilmente avvelenato, esiste solo un equazione composta da due fattori, il fattore tempo ed il fattore del “gradiente di concentrazione”, ove quest’ultimo sarà importante per definire il grado di avvelenamento del lago preso come esempio.

Ma leggiamo il concetto di osmosi preso da wiki:

“Il termine osmosi indica la diffusione del solvente (spesso acqua) attraverso una membrana semipermeabile (che fa passare quindi solvente e non soluto). Il movimento dell’acqua avviene da una regione a minor concentrazione di soluto verso una regione a maggior concentrazione, quindi secondo il gradiente di concentrazione, cioè l’attività.

L’osmosi è un processo fisico spontaneo, vale a dire senza apporto esterno di energia, che tende a diluire la soluzione più concentrata, e a ridurre la differenza di concentrazione. Il flusso netto di solvente può essere contrastato applicando una pressione al compartimento a concentrazione maggiore. Se la pressione applicata supera la pressione osmotica, otteniamo l’osmosi inversa”.

Ora vi chiedo:” Non vi ricorda i flussi migratori che entrano nel nostro territorio?

Ma questo articolo vuole porre l’attenzione su di un altro fenomeno più pericoloso.

Dal sito http://www.saluteinternazionale.info/2015/09/malattie-infettive-e-immigrazione-facciamo-chiarezza/ si legge:”

Tubercolosi

È innegabile che il “peso” rappresentato dagli immigrati sui numeri annuali di nuovi casi diagnosticati nel nostro paese sia in aumento”.

Ed anche:” In Italia, negli ultimi 10 anni, il numero di casi di TBC in persone nate all’estero è aumentato parallelamente all’incremento della loro numerosità: dal 2003 al 2012 la percentuale del numero dei casi di TBC registrati in cittadini nati all’estero è passata da circa il 37% al 58% del totale dei casi notificati”.

Ma parliamo anche di scabbia.

Secondo fonti ufficiali almeno il 10% di immigrati che sbarcano ne sono affetti.(http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=29037) a parte il caso di Porto Empedocle datato 30 agosto 2016 che parla di trecento migranti, fra loro 38 donne e 68 minori, che sono sbarcati  sulla banchina di Porto Empedocle (Agrigento) e quasi la metà di loro, 133 persone, erano affette da scabbia. (i casi sono due, o il governo, in generale, minimizza le percentuali o il caso sopracitato era causato da un anomala massa di persone di scarsa igiene personale…).

Possiamo continuare con la Dengue che sempre nel 2016 ha visto due casi in Toscana a brevissima distanza di tempo tra i due casi, ma anche di Difterite, visto che anche Walter Ricciardi, (presidente dell’Istituto superiore di sanità) nel suo intervento a congresso di pediatria a Firenze ha affermato che “nel nostro paese circola la difterite”. (http://www.lastampa.it/2016/11/18/scienza/benessere/torna-la-difterite-in-italia-primo-caso-di-contatto-con-batterio-5jutFpQMOADeQBczRlxiXI/pagina.html)

Ma è la Meningite di tipo C che preoccupa di più, nel sitohttp://www.epicentro.iss.it/problemi/meningiti/aggiornamenti.asp si parla di molti casi di Meningite avvenuti recentemente in Italia con una concentrazione maggiore negli ultimi mesi del corrente anno.

E sembra che l’origine della Meningite di tipo C sia Sub sahariana,http://www.cesmet.com/it/malattia-meningite, giusto per far capire la derivazione di queste malattie ed associarle al fenomeno immigratorio ormai fuori controllo.

La vera ragione di questo fenomeno sta nella mancanza di controlli epidemiologici nei paesi cosiddetti (VOLUTAMENTE) sottosviluppati.

Nel sito

http://www.linkiesta.it/it/article/2015/02/08/troppo-cari-i-vaccini-per-i-bambini-del-terzo-mondo/24597/

Si può leggere come il costo per le vaccinazioni sia salito vertiginosamente :”Nell’arco di tempo di 12 anni, dal 2001 al 2014, il costo del pacchetto di vaccini salvavita programmato dall’Oms per i bambini nei Paesi in via di sviluppo è aumentato di 68 volte.

Ovviamente la colpa non è delle vittime degli interessi economici delle Lobby, che come untori inconsapevoli abbandonano le loro case per cercare un benessere che non potranno mai trovare se non nel loro stesso paese, ma di chi ha creato i presupposti di questo globale spostamento di masse umane.

Come non vedere l’ombra dei grandi interessi economici? Come non percepire i crimini macroeconomici dove milioni di inconsapevoli microkarma individuali vengono fagocitati ed inglobati in un macrokarma che ne vampirizza le energie, gli scopi e l’intera esistenza?

Imparate a gestire il vostro karma, ragionate sulla vostra vita, rifiutate di vivere una vita che non vi si adatta! Riappropriatevi dei vostri fili karmici e ricominciate a tessere la vostra realtà.

di Alberto Bergamini – HTM

Alberto Bergamini
Deslok Indagatore dell'insolito e dei fenomeni inspiegabili.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...